Il Team Vibram rinnova la sfida all'UTMB

Proiettato a Courmayeur il film The extraordinary story sull'edizione 2011

La Valle d’Aosta ha confermato il ruolo di capofila nel mondo del trail in occasione della presentazione del film ‘The extraordinary story’ di Alessandro Beltrame (già in concorso alla 60° edizione del Trento Film Festival), proiettato in anteprima venerdì scorso presso la sala gremita di pubblico del Centro Congressi di piazzale Monte Bianco a Courmayeur, alla presenza dell’assessore regionale Aurelio Marguerettaz. Iniziativa voluta da Vibram, azienda italiana leader nel mondo nel settore delle suole in gomma ad alte prestazioni, un marchio che gli appassionati di outdoor ormai riconoscono come garanzia di qualità. L’azienda varesotta è stata lo sponsor di questo progetto, partito nella scorsa stagione, che prevedeva un team di cinque persone che si sono preparate a fondo per cimentatarsi nel massacrante percorso – ma altrettanto ricco di fascino – dell’Ultra Trail Mont Blanc.

ORDINARY PEOPLE –
Se la storia è davvero straordinaria, il racconto dello sforzo di questi cinque ragazzi lungo i 9.600 metri di dislivello positivo ‘spalmati’ su 168 km da Chamonix a Chamonix, passando per Courmayeur (e per sette vallate…), il loro background è assolutamente normale. «Abbiamo scelto sportivi comuni, ragazzi che amano la montagna, lo sport, disposti a cercare i propri limiti, motivati ad allenarsi seriamente. I nostri prodotti servono per aiutare la performance di tutti gli atleti, non solamente dei big, quelli che viaggiano a medie stratosferiche e si contendono la vittoria. Per questo il team Vibram è nato con questa filosofia, quella degli ‘ordinary people’» è stato il commento del responsabile marketing di Vibram, Jerome Bernard. «Dopo la prima esperienza, che è raccontata magnificamente in questo film, abbiamo ricevuto un sacco di richieste di atleti che volevano entrare a far parte di questo gruppo. È stato un successo, non c’è dubbio, ma abbiamo voluto mantenere anche per questa seconda stagione la stessa filosofia, lo stesso spirito, anche se la squadra è oggettivamente più forte».

UN FILM COINVOLGENTE – Quaranta minuti di emozioni nelle riprese del team di Sportmaker Entertainment diretto da Alessandro Beltrame. Tre gruppi di lavoro di altrettanti elementi sono riusciti nell’impresa di documentare i passaggi chiave dei protagonisti, dalla partenza sotto la pioggia a Chamonix, in tutti i momenti clou della corsa. Un montaggio dinamico, avvincente, che permette anche allo spettatore ‘profano’ di trail running di entrare nel vivo di questa competizione massacrante. I protagonisti, su tutti Marco Zanchi, Beppe Marrazzi e Raphael Bodiguel, ‘bucano’ il video con la loro fatica che non ha nulla di super-uomo, con l’alternanza repentina di stati d’animo e motivazioni, con quell’umanità da ‘ordinary people’ alle prese con qualcosa di più grande di loro.

IL TEAM 2012 –
Subito dopo la proiezione, salutata da uno scrosciante applauso del pubblico, è stato presentato il team 2012. Al simpaticissimo ‘capitano’ Giuseppe Marrazzi («…durante la corsa mi sono ripetuto continuamente ‘mai più, mai più’, ma qualche giorno dopo la gara stavo già pensando alla prossima edizione…») sono stati affiancati nuovi compagni di avventura (Marco Zanchi, 32° nella scorsa edizione, ha provvisoriamente ‘salutato’ il gruppo per dedicarsi al progetto Tor des Géants). Dall’ironman francese Sebastien Nain, al quarantenne David Gatti (nella vita responsabile del mercato professionale per Polartec), dal giovane bresciano Nicola Gatti, al chirurgo francese Ronan Moalic, fino all’attesissima Francesca Canepa, valdostana con un passato di altissimo livello nello snowboard alpino e ora portacolori di spicco dei Courmayeur Trailers.
Per tutti l’obiettivo è di portare a termine l’UTMB, per qualcuno non è poi così remota la speranza di fare una grande prestazione. Per tutti, però, la priorità assoluta di rappresentare al meglio lo spirito con cui Vibram ha deciso di lanciare questo team.

DIVISE SPECIALI –
Le divise ufficiali del team Vibram sono frutto di uno studio portato avanti da Polartec e dagli atleti in prima persona, alla ricerca della migliore soluzione in fatto di comfort e tecnologia. Le magliette a maniche lunghe e corte sono in power dry light weight, tessuto leggerissimo, ideale per mantenere la pelle asciutta per tutta la durata del percorso, lungo il quale le condizioni meteo possono essere fortemente mutevoli così come gli sbalzi di temperaturta (vedi scorsa edizione). Come insulation, richiesto dall’organizzazione, è stato adottato il Power Dry High Efficiency in grado di assicurare un 30% in più in termini di traspirabilità e di mantenimento del calore. La protezione esterna, guscio e pantaloni, è assicurata dai modelli Neoshell, disegnati per il trail running, un ottimo compromesso tra leggerezza, traspirabilità e resistenza. Anche in questo ambito, insomma, non è stato lasciato nulla al caso, rivolgendosi ad un marchio leader a livello internazionale come Polartec.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.