Il keniano Julius Rono Kipngetic primo sul Mombarone

Katarzyna Kuzminska a segno nella prova femminile

Alla quarantesima edizione dell’Ivrea-Mombarone detta legge il Kenia. Julius Rono Kipngetic forse non aveva mai visto il Mombarone fino alla partenza in piazza Ottinetti, poi è salito in scioltezza andando a vincere in 1h56’35”. Piazza d’onore per il valdostano Xavier Chevrier in 1h57’02” con terzo il giovane ruandese Felicien Muhitira in 1h58’09. Quarto posto per Marco Moletto, vincitore di due edizioni del Mombarone, che firma sigla il suo personale in 1h58’28”. Completano la top ten Max Di Gioia, Massimo Farcoz (vincitore della combinata con l’Aosta-Becca di Nona corsa a metà luglio) Enzo Mersi, Edward Young, Henri Grosjacques e Pierre Yves Oddone.
Nella gara rosa si impone la polacca, canavesana d’adozione e di squadra, Katarzyna Kuzminska in 2h31’20” bissando così il successo del 2013, dopo un testa a testa con Chiara Giovando, seconda a 37” e prima nella combinata con l’Aosta-Becca di Nona, mentre sul terzo gradino del podio sale Barbara Cravello con il distacco di un minuto; quarta Elisa Almondo, quinta Nadia Re.
Da segnalare anche la presenza in gara di Don Franco Torresani, il prete ‘volante’ del Trentino, che ha vinto la categoria Master50, stabilendo con 2h16′ la miglior prestazione di categoria delle 40 edizioni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.