Il 25 agosto torna il Latemar Vertical Kilometer

La storica gara apre agli Junior

Gli appassionati delle pendenze verticali possono iniziare a scaldare i muscoli. Dopo il ‘silenzio’ dello scorso anno, torna in calendario infatti una delle gare di specialità più affascinanti a livello nazionale e internazionale: il ‘Trofeo Latemar Vertical Kilometer’ che, dalla località Gardonè sopra Predazzo, condurrà gli atleti fino ai quasi 2.700 metri del rifugio Torre di Pisa, immerso tra le guglie del Latemar.
L’edizione 2013, la quindicesima, andrà in scena domenica 25 agosto.

RITORNA IL CAPOSTIPITE –
Un ritorno importante, quello dell’evento fiemmese, per il settore delle gare verticali: nato nel 1998, il ‘Latemar’ rappresenta infatti la prima gara di questo tipo organizzata in Italia, primo vertical a cui poi si ispirarono tutte le competizioni del settore. Non a caso, dopo l’assenza dello scorso anno, le richieste di riproporre la manifestazione sono arrivate numerose da atleti, operatori turistici e appassionati di sport. 

NOVITÀ IN GARA –
Domenica 25 agosto, quindi, il ripidissimo sentiero che dal Gardonè sale verso il cielo tornerà ad animarsi con tante novità. A iniziare dall’organizzazione: dopo la rinuncia della sezione SAT Predazzo, a guidare l’organizzazione è ora l’Us Dolomitica, che ha promosso la gara con il patrocinio del Comune di Predazzo, della Regola Feudale, della Società Latemar 2200 e con la collaborazione dell’Azienda di Promozione Turistica della Valle di Fiemme.

La seconda novità riguarda le categorie ammesse. Oltre alla classica categoria senior, l’edizione 2013 aprirà le iscrizioni anche agli junior (nati negli anni 1998, 1997, 1996, 1995 con delega del genitore): un primo esperimento assoluto per le gare vertical, che non assegnerà però il titolo italiano perchè la specialità, per i ragazzi, è stata recepita dalla FISKY-FSA solo a luglio, dopo la riunione di Canazei avvenuta in occasione della Dolomites Skyrace.   

MILLE METRI IN TRE CHILOMETRI –
Non cambierà invece il percorso, conosciuto e apprezzato dagli specialisti delle pendenze spaccagambe. La partenza, in linea, sarà sempre dalla località Gardonè: da qui gli atleti dovranno arrampicarsi lungo i prati e i sentieri che arrivano al rifugio Torre di Pisa. In totale, mille metri di dislivello in 3,3 chilometri di sviluppo. Tutt’attorno, le magnifiche cime del Latemar.

ATTESI I MIGLIORI SCALATORI –
 Si attendono i migliori atleti della disciplina: negli anni, sul percorso si sono sfidati atleti del calibro di Pio Tomaselli e Antonella Confortola (vincitori della prima edizione), Urban Zemmer, Roland Clara, Marco Facchinelli e Paolo Larger. Ma l’edizione 2013 non sarà da meno: sono già tantissime le richieste di informazioni e le adesioni arrivate all’organizzazione, provenienti anche da Alto Adige e Veneto.

ISCRIZIONI –
Per chi volesse iscriversi, il modulo è disponibile sul sito www.predazzoblog.it (il termine è fissato alle ore 12 di sabato 24 agosto). E’ possibile anche recarsi negli uffici dell’Apt di Predazzo, via Cesare Battisti.
I ritardatari potranno iscriversi comunque anche il giorno della gara. La quota di partecipazione, da versare al ritiro del pettorale, è di 15 euro, comprensivo del trasporto fino alla baita Gardonè. La distribuzione dei pettorali avverrà domenica 25 agosto dalle ore 8 alle 9 alla partenza degli impianti di risalita ‘Latemar 2200’ in località Stalimen di Predazzo.  Partenza ore 10.00. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.