GR20: Julien Chorier costretto a rinunciare

Fermato dal maltempo. Era in vantaggio sul record di Kilian

Il tentativo di record del francese Julien Chorier sul mitico percorso GR20 in Corsica, si è concluso in anticipo al Col de Verve dopo circa 27 ore di percorrenza. In realtà per lui in gioco c’erano due record; scendere sotto le 32h 54’ ed essere il primo atleta ad aver battuto uno dei record stabiliti da Kilian Jornet. Le condizioni meteo avverse, e in particolare la nebbia, non gli hanno consentito di terminare il percorso in completa sicurezza. Freddo, pioggia e vento hanno poi fatto prendere la decisione finale di fermarsi. La decisione è avvenuta dopo una breve pausa di 15 minuti. Julien Chorier è sempre stato in vantaggio sul record di Kilian Jornet arrivando ad avere 35 minuti nei pressi di Verghio. Dopo 11h 25’, a Ballone, aveva già 25 minuti di vantaggio. La scelta del periodo autunnale invece di quello estivo classico, non ha però ripagato gli sforzi dell’atleta savoiardo. A questo punto della stagione, per Julien Chorier il bilancio è caratterizzato da grandi vittorie accompagnate da episodi sfortunati. Se da un lato i primi posti all’Ultra Trail del Mount Fuji in Giappone e alla Zugspitz in Germania contano molto, dall’altro le condizioni meteo hanno compromesso i suoi due obbiettivi principali: UTMB® e GR20. Per riportare la stagione sui livelli del 2011, quando vinse la Hardrock e La Diagonale des Fous, Julien Chorier ha solo più una possibilità, ovvero quella di tornare a disputare la gara sull’isola della Réunion che dal 18 al 21 ottobre. Qui potrebbe riprendersi la rivincita proprio su Kilian Jornet. Forse troppo tardi per inserirla in calendario ma non per sognare da parte di tutti gli appassionati di ultra running. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.