Giornata da record per il km verticale del Crepa Neigra

A Canazei, prima tappa della World Series

Oltre 300 concorrenti si sono dati battaglia con partenze a batterie a partire dalle ore 9, con i big al via alle 11. Giornata di sole e bella fresca:, le condizioni ideali per siglare buoni tempi c’erano tutte e i protagonisti non si sono fatti attendere. Philip Götsch, dopo il successo con record del percorso fatto segnare nel 2015 si ripete quest’anno e ferma il crono in 31’34" è il nuovo tempo da battere.
Alle sue spalle duello in casa LaSpo fino all’ultima salita quando lo skialper sloveno e specialista di vertical Nejic Kuhar è riuscito a superare e staccare l’italiano Hannes Perkmann. Quarta piazza per Manuel Da Col che si è dovuto arrendere all’attacco dei LaSpo boys proprio all’ultimo traverso prima del pratone finale. Quinto un altro atleta di casa Patrik Facchini davanti ad un ritrovato Marco Moletto (Team La Sportiva), Luka Kovacic (promessa LaSpo), Ferran Teixido (Team Dynafit Andorra), lo svizzero Remi Bonnet del Team Salomon – in preparazione della skyrace di domenica e un po’ dolorante all’arrivo per un fastidio alla caviglia – e David Thoeni (Team Mammut) a completare i dieci.
Ennesima prova convincente al femminile per la spagnola Laura Orguè detentrice del titolo di VK (oltre che di skyrace 2015): al rientro dall’infortunio (rottura del crociato ad ottobre in una delle prime uscite con gli sci) la stella del Team Salomon la troviamo agguerrita e promette battaglia anche domenica, quando sarà al via anche della Dolomites Skyrace. Alle sue spalle due atlete del Team LaSpo, l’azzurra Valentina Belotti e Francesca Rossi, staccate di oltre un minuto dalla Orguè. Ancora Team LaSpo per la quarta e quinta piazza con Beatrice Deflorian davanti a Maite Maiora Elizondo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.