Fontana perde il pelo, ma non il vizio di andare forte

Accompagna i ragazzi del Comitato a Piancavallo e chiude terzo

Al mattino era impegnato allo Skid Alp Day a Misurina, il pomeriggio passa a prendere i "suoi" ragazzi del Comitato Veneto e via a Piancavallo per la notturna valevole come prova unica di campionato regionale per le categorie cadetti e junior. Visto che si trovava lì ha pensato di rimettere il numero. Chiuderà terzo assoluto, dietro Thomas Martini e Alessandro Piccoli. La cilindrata è sempre quella, classe ne ha da vendere, ha perso qualche capello, ma quelli non servono per andare forte. Che rientri? Pensiamo di no, anche perché quest’anno ha subito una delicata operazione alla schiena, e poi perché questa nuove veste di allenatore del Comitato Veneto lo sta coinvolgendo tantissimo. La passione non gli manca, i suoi ragazzi lo adorano ….
"Ero abituato ad allenare atleti formati, qui invece si tratta innanzitutto di farli innamorare dello scialpinismo, poi crescerli dal punto di vista tecnico e didattico. Il lavoro da fare è completo, i ragazzi non sono ancora maturi, bisogna crescerli e aspettarli, c’è molto da parlare e confrontarsi. In compenso il lavoro è stimolante, ed appagante".
Ieri come sono andati i ragazzi? « La trasferta in terra Friulana si è rivelata ottima portando a casa tre vittorie di categoria con De Silvestro, Facchin e De Min e diversi podi».
Ma questa cadetta che chiude addirittura seconda assoluta a 2′ dalla Senik? « Alba De Silvestro è una ragazzina del mio sci club, il Val Visdende, che ha davvero delle grandi potenzialità. Arriva dallo sci alpino, necessita di sciare fuori pista ma la mancanza assoluta di neve sta complicando le cose. In salita va già forte e ieri l’ha dimostrato»
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.