El caballo non perdona

Kilian si impone nella vert di Piancavallo

Una fittissima nebbia ha condizionato tutta la gara: meno fitta in basso, nella Busa, ma impenetrabile in alto.
Un percorso molto selettivo nonostante misurasse appena 600 metri di dislivello. Un tratto di pista iniziale con stradina tranquilla poi ripresa secca in massima pendenza in pista non battuta con possibilità di optare per la linea di massima pendenza oppure per le inversioni. Tratto di pista fino all’arrivo della seggiovia, altra stradina battuta poi via gli sci, un bel canale da fare a piedi, ancora sci in massima pendenza, attraversamento della pista, quattro inversioni e 500 metri in falsopiano per arrivare al traguardo.
Partenze per categoria a partire dalle 10: ogni mezz’ora una categoria.
I primi a passare sono gli junior: tutti aspettano Palzer ma dalla nebbia sbuca Tissières e allora i campanacci degli svizzeri si fanno sentire per tutta la montagna, il tedesco segue a vista. Per il terzo posto sprint fra Hirsch e Reiter: a spuntarla è il francese. Stradelli è sesto e Pedergnana ottavo.
Nei cadetti è un trionfo, il solito, tutto azzurro. Stessa classifica di ieri: Nicolini, Faifer e Vanzetta. Quando Federico passa davanti a noi a 400 metri dal traguardo è ancora in grado di tirare un gran passo, nulla da fare per gli inseguitori.
Nelle junior dominio della francesina Mollaret davanti a Fiechter, la Piccagnoni si regala un altro bronzo, Cazzanelli, non in salute, è solo quinta
Nelle cadette la Borgnet non dà spazio e vince l’oro con tre minuti sulla seconda, Dalla Zanna è quarta a un minuto dal podio.
Occhi puntati sulla gara femminile: la sfida è fra Mireja e Laetitia, due amiche. Quest’anno è l’anno della spagnola che sbuca dal nebbione per vincere con un minuto esatto sulla Roux. Terza a sorpresa la spagnola Arrò davanti ad un festival svizzero. E in casa Spagna iniziano i festeggiamenti.
Ma il piatto forte arriva con i senior: Buffet attacca duro, Didier Blanc salta, Kilian resiste e poi passa sul finale, Bon Mardion inaspettamente centra il terzo posto. Anthamatten non è in giornata e rinuncia alla lotta per le posizioni. Lenzi è quarto ad appena 16 secondi e si batte al fotofinish con un rinato Perrier. Positiva la gara di Lanfranchi che chiude settimo mentre gli altri azzurri Antonioli, Brunod e Boscacci stanno tutti entro i primi tredici.
La classifica espoir va a Pinsach davanti ad Antonioli e Boscaccino.
Domani sprint, sempre a Piancavallo.

classifica
Senior maschile
1. Jornet Burgada Kilian 24.44
2. Buffet Yannich 24.48
3. Bon Mardion William 25.15
4. Lenzi Damiano 25.31
5. Perrier Florent 25.33
6. Pinsach Marc 25.39
7. Lanfranchi Pietro 25.42
8. Kuhar Nejc 25.43
9. Berger Ola 25.44
10. Anthamatten Martin 26.05
femminile
1. Mirò Mireja 27.34
2. Roux Laetitia 28.34
4. Arrò Gemma 30.41
4. Etzensperger Nathalie 31.35
5. Pont Combe Severine 31.59
6. Gex-Fabry Emilie 32.06
7. Smiley Janelle 32.33
8. Prugger Lydia 32.32
9. Clos Corinne 33.10
10. Fasting Mari 33.51
Junior maschile
1.Tissières Alain 26.03
2. Palzer Anton 27.01
3. Hirsch Idris 28.15
4. Reiter Philipp 28.18
5. Salmon Morgan 28.42
femminile
1.Mollaret Axelle 33.12
2. Fiechter Jennifer 34.08
3. Piccagnoni Silvia 34.28
4. Garcia Farres Marta 33.51
5. Cazzanelli Alessandra 36.18
Cadetti maschile
1. Nicolini Federico 28.55
2. Faifer Luca 29.59
3. Vanzetta Gianluca 30.13
4. Domenech Aleix 30.43
5. Picon Manuel 31.05
femminile
1. Borgnet Louise 36.09
2. Balet Laura 39.00
3. Forchthammer Ina 41.22
4. Dalla Zanna Giorgia 42.20
5. Pichard Isaline 45.19
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.