Dove corriamo nel fine settimana?

Ecco alcune delle gare in programma

Tanti gli appuntamenti di corsa nel fine settimana.
COLLONTREK – Ventidue chilometri dall’Italia alla Svizzera, da Bionaz ad Arolla. Una gara unica e affascinante che ha fatto ancora una volta il pieno di iscritti. Il quarto Collontrek, la prova di trail che si svolge lungo il sentiero dei contrabbandieri è in programma abato 5 settembre sarà grande spettacolo tra l’Alta Valpelline e la Val d’Hérens. Sono attesi in griglia di partenza poco meno di 1.000 iscritti, un record per la manifestazione italo-svizzera. Il Collontrek è una gara che si corre su diverse tipologie di terreno. Il 2% è su asfalto, poi per il 48% si attraversano sentieri di montagna, con un 16% di ghiacciaio. Si corre in coppia con partenza dalla diga di Place-Moulin (Bionaz) e arrivo nel cuore di Arolla. Un percorso con un dislivello positivo di 1.250 metri e altrettanti di dislivello negativo.
Occhi puntati sulla coppia composta dallo svizzero Marc Lauenstein e il francese François Gonon che sfideranno il duo italiano composto da Nadir Maguet e Dennis Brunod. Ma in griglia di partenza di saranno tanti altri nomi importanti dello sci alpinismo, della corsa e dello sci nordico, italiani, francesi e svizzeri. Da pochi giorni sono stati inseriti nelle liste di partenza anche Jean Pellissier che correrà con Raffaella Gianotti.

HÜHNERSPIEL VERTICAL-KM – Una gara, organizzata dalla sezione skialp del Gossensass, che chiude il circuito Südtirol Vertical Tour: era in programma sabato, ma viste le previsioni meteo è stato rinviato a domenica 20 settembre.
  
VERTICAL KM EXTREME –
Punta a essere uno dei vertical più duri al mondo. Di sicuro è quello più corto al mondo: 1696 metri di sviluppo per superare un dislivello di 1.000 che da Prali, nel Torinese, porta al Monte Selletta. Un percorso che segue sempre la linea di massima pendenza. Domenica, l’edizione 2015 è valida come ultima tappa delle Skyrunner Italy Series per quanto riguarda la specialità vertical che vede al comando in campo maschile Nadir Maguet, seguito da Urban Zemmer. Al femminile sfida aperta tra Stephanie Jimenez seguita a breve distanza  da Barbara Cravello e Serena Vittori. I tempi di riferimento? La è stata vinta da Nadir Maguet e da Raffaella Miravalle rispettivamente in 35’07" e 47’03”.  

 

Nella giornata di ieri il TNT ed amici hanno pulito il tracciato di salita del VKE con decespugliatori e rastrelli!E’… Posted by VKE Prali on Domenica 23 agosto 2015

 


MAGA SKYMARATHON –
Domenica appuntamento bergamasco con Maga Skymarathon & Skyrace: due prove 39 km e 3000 metri di dislivello positivo la gara lunga, 27 km e 1500 metri quella corta. Tra i tanti protagonisti attesi due su tutti, Marco Zanchi ed Emanuela Brizio.
«Nel 2002 avevo trovato in palestra il volantino della Maga Skymarathon – spiega Zanchi – . Io e un mio amico ci siamo iscritti… per scommessa: chi di noi l’avrebbe finita? È stata la mia prima skyrace (in precedenza avevo provato solo una breve corsa in montagna). L’ho finita ma,sono stato a letto una settimana. A proposito, ho almeno vinto la scommessa, perché il mio amico si è ritirato al Passo di Zambla». Alla prima edizione della Maga Skymarathon ha conosciuto Mario Poletti (sarebbero successivamente diventati buoni amici e compagni di squadra nell’Iz Skyracing) e, nonostante la faticaccia dovuta all’impreparazione, è scattata la molla dell’agonismo. «Ho cominciato a prenderci gusto nel fare le skymarathon, continuando su questa strada fino all’arrivo in Italia dell’ultra trail».
Appuntamento fisso per Emanuela Brizio che ha già vinto quattro volte su sette edizioni: «Riflette le mie caratteristiche da ‘capra’, un su e giù dove c’è ben poco spazio per correre. Adoro i percorsi duri come quello della Maga Skymarathon, la sento nelle mie corde. E ogni volta i panorami che vedo riescono a sorprendermi. E poi è organizzata splendidamente. Non manca nulla. I ristori sono frequenti e ben forniti. Il pranzo conclusivo è buonissimo. Chi non si sente preparato per la skymarathon può approfittare della skyrace, meno impegnativa, però altrettanto interessante».  
 

 

Consigliamo di non perdervi questo video, in cui si vedono gli atleti affrontare uno dei tratti più tecnici del percorso della Maga Skymarathon. Emozione pura! https://www.youtube.com/watch?v=PVg2s8TPTms Posted by Maga Skymarathon on Giovedì 3 settembre 2015

 

INTERNATIONAL RACE DELLA ROSETTA – Domenica gran finale per la quarta edizione del prestigioso circuito La Sportiva Mountain running Cup 2015 a Rasura, in Valgerola. «Sarà una prova di 22km e 400m di sviluppo con 1740m di salita e altrettanti di discesa – ha esordito Massimo Zugnoni del comitato organizzatore -. Avremo molte gare nella gara con campioni che punteranno ai traguardi volanti dell’Alpe Tagliate – Pizzo dei Galli e al successo di giornata. Altri daranno il tutto per tutto per spuntarla in classifica di circuito. Per noi sarà la prima esperienza all’interno di un circuito che ci vede al fianco di grandi eventi come Trentapassi Skyrace, ResegUp, Stava Mountain race e Giir di Mont, per questo stiamo dando il massimo perché tutto vada per il verso giusto».
I favoriti sono i vincitori della passata edizione Ionut Alin Zinca e Denisa Dragomir. Probabile, ma tutt’altro che scontata una nuova doppietta rumena. Sfogliando la lista partenti, il team Valetudo del presidente Giorgio Pesenti schiererà anche lo svizzero Pascal Egli già terzo alla Dolomites Skyrace e l’altro rumeno Gyorgy Szabolcs. Tra i pretendenti al podio o a una posizione di alta classifica troviamo anche lo svizzero del Team Salomon Micha Steiner, il La Sportiva Michele Tavernaro, e i ‘crazy boy’ Gil Pintarelli, Mattia Gianola.
Al femminile la leader di circuito Denisa Dragomir dovrà invece guardarsi le spalle dalla compagna di team Debora Cardone e dalla valtellinese del Team Crazy Raffaella Rossi. Per ora in forse, sempre in casa Crazy Idea, la neo vincitrice del Kima Trail Running Elisa Sortini ferma ai box dopo la brutta caduta rimediata sui tecnici sentieri della val di Mello.

MINIERA IN TRAIL – Domenica a Rio Marina, terza edizione per la gara toche tocca uno dei luoghi più selvaggi e autentici dell’Isola d’Elba. Si corre infatti nel Cantiere Minerario del Bacino (la vecchia cava dell’estrazione della pirite), salendo verso la valle del Monte Giove per un totale di 27 km e 900 metri di dislivello.   

 

https://youtu.be/y_0Ngj1aOYo Posted by MT Miniera in Trail on Giovedì 2 luglio 2015

TRAIL ALPI MARITTIME – Seconda edizione della gara cuneese. Partenza domenica alle ore 8, dalle Terme di Valdieri salendo poi sui sentieri del Parco delle Alpi Marittime: un anello che sale sino al Colletto di Valasco a 2429 metri , per inziare la discesa dal Lago inferiore di Valscura sino al Piano del Valasco e quindi al traguardo a Terme di Valdieri, per un totale di 30 chilometri e 1800 metri dislivello. Tra gli iscritti anche Marco Moletto. Alle ore 9, sulla stessa linea di partenza del Trail del Parco delle Alpi Marittime si darà il via anche alla Valasco Run: salita al Piano del Valasco, alla reale casa di caccia del re, per tornare alle Terme completando l’itinerario di 12 km e 500 metri di dislivello.   

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.