Domenica è il giorno della ZacUp

27km sulla Grigna Settentrionale

Domenica 20 settembre  prenderà il via da Pasturo la terza edizione della ZacUp, skyrace di circa 27km totalmente sviluppata sulla Grigna Settentrionale con un percorso lungo sentieri altamente spettacolari e con passaggi tecnici ed esposti come la salita al Pian di Zapel lungo la Val Cugnoletta passando per il passo della Stanga. Il via alle ore 8.30.
PERCORSO – Dopo la partenza dalla scuole di Pasturo (635 metri) si attraversa il paese imboccando via Casere per poi proseguire lungo la carrareccia che sale verso gli alpeggi ai piedi del Grignone. Il percorso su strada bianca sale ampio per circa 3 km per poi diventare sentiero, in alcuni tratti ripido, sino a sbucare all’alpeggio di Tevena dove si scollina, dopo un panoramico traverso. Da qui inizia un tratto di discesa, in alcuni punti tecnica, che porta, passando dall’alpeggio di Piazz ai Piani di Nava che verranno attraversati per dirigersi poi in direzione del Rifugio Riva dopo 7 km. Passato il Rifugio si scende per circa 500 metri sino all’imbocco del Sentiero dei Faggi per poi salire verso Prà dol Giàr. Da qui si prosegue in direzione Passo della Stanga, dove, dopo aver superato una scala metallica, si inizia ad inoltrarsi in un ambiente completamente diverso e affascinante. I faggi lasciano il posto alle rocce e inizia la salita più impegnativa verso il passo Zapel e la Grigna attraverso la Val Cugnoletta. Da questo punto il sentiero è classificato EE e richiede attenzione e concentrazione in quanto si incontrano alcuni passaggi su roccette attrezzate con catene e con alcuni punti esposti. Usciti dai mughi inizia il ghiaione che porta al passo Zapel. Tutto questo ultimo tratto si snoda sotto la bellissima parete Fasana, ricca di vie spettacolari di arrampicata. Giunti al passo dello Zapel (a 1850 metri) ci si trova in un punto molto caratteristico e spettacolare per la vista della Parete Nord del Grignone e della via del Nevaio. Si prosegue poi, tenendo la destra in direzione Rifugio Bogani in un tratto di percorso molto scorrevole e piacevole. Al rifugio Bogani (13,5 km – 1816 metri) è posto un ristoro e il primo cancello gara (3h15’). Da qui inizia il sentiero della Ganda che porta al Rifugio Brioschi in cima al Grignone dove è posto il Gran Premio della Montagna ‘Trofeo Scaccabarozzi’, segno ideale di congiunzione tra due amanti della montagna e dello sport come Andrea e Giacomo che hanno intrapreso il Sentiero del Cielo proprio dalle amate cime, ma anche segno di continuità di intenti tra il Sentiero delle Grigne e la ZacUP.  Dal Rifugio Brioschi inizia una lunga discesa, spettacolare e tecnica, che si dirige verso il Bivacco Merlini (punto di controllo) per poi proseguire lungo parte del sentiero estivo fino al Bivacco Riva-Girani ai Comolli e giù ancora verso il Rifugio Antonietta al Pialeral (20km – 1400mt), secondo cancello (5h). Da qui ci si fionda in mezzo al bosco, in un altro tratto molto tecnico che porta al bivio con la traversata bassa al termine della carrareccia che sale da Colle Balisio lungo la via dei Grassi Lunghi. Ci si infila nuovamente verso il bosco sino a Cornisella per poi risalire verso l’Agriturismo Brunino. Attraversato l’alpeggio si imbocca la vecchia mulattiera per giungere all’imbocco del sentiero 33 poco sopra Monteno e ritornare nel centro storico di Pasturo. Da qui attraverso le vie del paese si giunge all’arrivo posto alle scuole comunali.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.