Dolomites: Pivk, Goetsch, Rai gli ultimi arrivi

Chiuse le iscrizioni anche al vertical

Con l’arrivo delle iscrizioni del Team Crazy Idea e in particolar modo quella del campione italiano Tadei Pivk è stata completata la starting list della 18esima Dolomites SkyRace, prova delle Skyrunner World Series. Da venerdì 17 a domenica 19 luglio la Val di Fassa torna ad essere l’ombelico del mondo per quanto riguarda le corse in quota, grazie ad una competizione che è fra le più apprezzate e suggestive al mondo per la tipologia del suo percorso e per la bellezza del contesto paesaggistico.
Martedì il comitato organizzatore ha chiuso ufficialmente le iscrizioni anche del Dolomites Vertical Kilometer di venerdì, avendo superato abbondantemente quota 350 iscritti, che sommati agli oltre 750 della gara lunga le cui adesioni si sono bruciate in poco più di un mese, prevede il raggiungimento di oltre 1100 corridori, in rappresentanza di ben 35 nazioni, al via nella doppia sfida.
Fra questi ci sarà anche la detentrice del record del Dolomites Vertical Kilometer e della Dolomites Sky Race, la spagnola Laura Orgué Vila, che sogna di ripetere la splendida doppietta di dodici mesi fa. La forte iberica, però, se la dovrà vedere con la compagna di team Emelie Forsberg, la svedese che ha già vinto due edizioni della gara fassana e che fu seconda nel 2014. Assieme a loro, sempre per il Team Salomon, ci saranno anche le spagnole Paula Cabrerizo e Ohiana Kortazar, quindi l’americana Kasie Enman, Stephanie Jimenez e le due azzurre Giulia Compagnoni e Martina Valmassoi, quest’ultima schierata al via della sola skyrace.
Il Team Salomon proporrà i propri pezzi da novanta anche al maschile, potendo contare sul britannico Tom Owens, sull’australiano Blake Hose, sul norvegese Thorbjørn Ludvigsen, sul francese Michel Lanne, sullo svizzero Rémi Bonnet e sul giapponese Dai Matsumoto. Atleti che vanno ad aggiungersi a quelli del Team La Sportiva, che schiera tutti i propri top runner, ricordando anche la presenza del re delle gare Vertical Urban Zemmer, di Nejc Kuhar, Nadir Maguet, Marco Moletto, del francese William Bon Mardion e dell’emergente trentino Nicola Pedergnana, giusto per citarne alcuni.
Non mancherà poi il rumeno Ionut Zinca, sul podio lo scorso anno e sempre assoluto protagonista a Canazei soprattutto nella seconda parte in discesa, e gli altri alfieri del Team Valetudo, mentre tornado al team Crazy Idea troveremo in gara il francese Mathéo Jacquemoud, il colombiano Saul Padua Rodriguez atteso nella prova verticale di venerdì, l’altro francese Alexis Sevennec e la friulana d’adozione Dimitra Theocaris. Tutti in gara in entrambe le competizioni a parte Pivk che si concentrerà sulla skyrace.
Fra gli iscritti dell’ultima ora il meranese Philip Goetsch nel Dolomites Vertical Kilometer e la nepalese Mira Rai nella Dolomites SkyRace, mentre c’è grande attesa anche per la presenze di due forti skyrunner giapponesi, ovvero Dai Matsumoto e Kanako Hasegawa.
Il weekend di gare inizierà venerdì 17 luglio con l’ottava edizione del Dolomites Vertical Kilometer, che si svilupperà sul tradizionale tracciato che da Alba di Canazei porterà i concorrenti a Crepa Neigra. Domenica toccherà alla skyrace, una fatica lunga 22 km (10 di salita e 12 in discesa per un dislivello di ben 3500 metri) con gli spettacolari passaggi sulla Forcella Pordoi (2829 metri) e sul Piz Boè (3152 metri).
Il programma prevede il briefing del Dolomites Vertical Kilometer alle 18.30 a Canazei, quindi alle 21 la cerimonia di apertura in piazza a Canazei. Il Vertical vedrà partenze scaglionate come lo scorso anno. I primi alle 9.30, i big alle 12. Sabato la Mini Dolomites alle 15.30 in piazza Marconi a Canazei, quindi il briefing tecnico alle 18.30. Domenica mattina lo start alle 8.30.
Tante novità dunque per l’edizione 2015 della Dolomite SkyRace, su tutte anche la singolare ed esclusiva t-shirt per i finisher realizzata da Crazy Idea.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.