Disponibile nell’edicola digitale Skialper 116 di febbraio-marzo

192 pagine con le anteprime 2019, un grande reportage dalle Alpi Giulie, un'ampia intervista a Jérémie Heitz e 42 itinerari di primavera con gli sci

626

Alla Fiera dell’Est, ma anche Next. Sono questi i due leit-motiv di Skialper 116 di febbraio-marzo, disponibile da oggi sulla nuova edicola digitale e a breve in distribuzione nelle migliori edicole italiane nella versione cartacea (se vuoi riceverlo a casa, clicca qui). Alla Fiera dell’Est perché, insieme a uno dei crack dello sci ripido, Enrico Mosetti, siamo andati alla scoperta non solo delle più belle discese, ma anche di persone e filosofie legate al mondo dello sci fuori nelle Alpi Giulie. Next perché, come scrive il direttore editoriale di Skialper Davide Marta nell’editoriale, abbiamo cercato di «capire cosa c’è di attuale nel modo di andare in montagna che è già espressione di ciò che vedremo nei prossimi anni». Lo abbiamo fatto all’antica, con taccuino e macchina fotografica, andando a toccare con mano e provare la maggior parte delle novità dell’inverno 2018/19. Ne sono venute fuori 192 pagine ricche di spunti, da Jérémie Heitz al nuovo attacco Salomon Shift, da Stian Hagen allo scarpone Dynafit Hoji, dallo zaino Airbag Scott con ventola e condensatore all’attacchino Marker Alpinist.

ALLA FIERA DELL’EST – Che Enrico Mosetti sia una delle migliori espressioni di quella nouvelle vague dello sci ripido, uno di quelli in grado di rompere gli equilibri con elementi di novità, è ormai assodato. Che a Est ci sia un profumo diverso, che sul quel confine dove un tempo passava la cortina di ferro ci siano luoghi, persone, storie interessanti da raccontare lo avevamo immaginato. Le Alpi Giulie come nuova meta (nuova alba, visto che a est nasce il sole) dello sci sauvage, le Alpi Giulie come meta di una nuova ed entusiasmante trasferta di Skialper nello stile di Benvenuti al Sud, il viaggio in Abruzzo e Basilicata pubblicato nella scorsa primavera su Skialper. È questo lo spirito con il quale il fotoreporter Federico Ravassard è partito a metà gennaio, proprio nelle settimane prima di andare in stampa. In compagnia del Mose si è immerso in miti, riti, luoghi e persone uniche che fanno di questo angolo di Alpi una destinazione da mettere in agenda. Un reportage on the road di 16 pagine da conservare a lungo nella vostra biblioteca.

Sci sauvage nelle Alpi Giulie ©Federico Ravassard

CAROLINE FACE, 2.000 METRI DI GHIACCIO – Il racconto in esclusiva della prima discesa della Caroline Face al Mount Cook, in Nuova Zelanda, scritto (e con le fotografie) di Enrico Mosetti. Per andare su quel baratro di ghiaccio con il protagonista di una delle imprese più importanti dello sci ripido degli ultimi anni.

In discesa sulla Caroline Face

STIAN HAGEN – Da venti anni sulla cresta dell’onda, da ski bum a pro skier, fino a diventare Guida alpina. Eppure Stian Hagen, uno dei primi a vivere di sci e ripido, scandinavo sui generis che ha piantato stabilmente le sue radici a Chamonix, è ancora uno dei migliori con i due assi ai piedi. E non ne vuole sapere di cambiare vita… Un ritratto-intervista, ma anche uno spunto di riflessione su come è cambiato il mondo della neve. Con le favolose immagini di Mattias Fredriksson.

Stian Hagen @Mattias Fredriksson

JÉRÉMIE HEITZ, LA NOSTRA LISTA – A un anno dall’uscita di La Liste Andrea Bormida ha incontrato Jérémie Heitz. Al ragazzo terribile dello sci ripido abbiamo chiesto quello che avevamo scritto nel taccuino da tempo e che probabilmente tanti di voi avrebbero voluto chiedergli. Anche le domande scomode… A corredo dell’intervista le immagini del fotografo Tero Repo, tra i più quotati del panorama internazionale.

Jérémie Heitz in discesa sull’Obergabelhorn ©Tero Repo

PREVIEW 2019 – Oltre trenta pagine di anteprime con gli attrezzi che metteremo ai piedi nel prossimo inverno. Abbiamo avuto un primo contatto con l’attacco Shift di Salomon, che unisce skialp e sci in pista, con la possibilità di salire con puntale a pin e scendere con puntale e talloniera alpini. E poi abbiamo messo ai piedi i nuovi scarponi freetouring Dynafit Hoji, i Fischer Ranger Free, i Tecnica Zero G Tour Pro, gli attacchini Marker Alpinist, i nuovi sci Dynastar. Abbiamo potuto toccare con mano il nuovo zaino airbag a ventola Scott Backcountry Patrol AP 30, che promette di fare scordare i problemi batterie/temperature gelide, la rivisitata gamma Wayback di K2, gli scarponi La Sportiva Racetron, Solar e Stellar, le novità Movement, Ski Trab, ATK Bindings, Plum, Armada, Scarpa, Atomic, Elan, Rossignol, Masters, Camp, Ferrino, Salewa, Ortovok.

Dynafit Hoji ©Federico Ravassard

LE FORME DELLO SPLITBOARD – Alessandro Sandy Marchi e Nicholas Wolken, due degli shaper (coloro cioè che plasmano le tavole) più di tendenza. Luca Albrisi li ha intervistati per Skialper, per scoprire quali sono segreti e trend della tavola da neve in versione scialpinistica.

LA NUOVA HIERRO – Dopo il successo della v2, New Balance lancia già la versione 3 della scarpa da trail: l’abbiamo messa ai piedi di Christian Modena per scoprire novità e differenze con la best seller dell’anno scorso.

Christian Modena prova la New Balance Fresh Foam Hierro v3 ©Alice Russolo

AL TOUR CON GLORIANA… – È Chiara Musso la vincitrice del contest giornalistico-sportivo Rise Up with Millet & Gloriana. Sarà dunque l’infermiera cuneese ad affrontare il Millet Tour du Rutor Extrême in coppia con la fortissima atleta valdostana. Vi sveliamo come si sono svolte le selezioni…

… E CON CAMA – Siamo stati sui percorsi del Millet Tour du Rutor Extrême con Marco Camandona, anima della gara La Grande Course. La neve non manca e i paesaggi sono bellissimi, come testimoniano le stupende foto di Stefano Jeantet.

EPIC E PITTURINA – Sono due delle gare più attese, la Epic Ski Tour e la Pitturina: tutte le novità su due eventi assolutamente da non perdere.

UP & DOWN – Cinque piatti da provare nei rifugi del dopo-skialp, ma anche tutte le novità sui nuovi percorsi per lo scialpinismo nei comprensori sciistici, sulla Sellaronda Skimarathon e gli eventi da non perdere e poi un’interessantissima intervista dello scrittore Simone Sarasso alla regina del Tor des Géants Lisa Borzani.

CAMP SPEED COMP – A vederlo è bello, leggero e protettivo. Ma come si fa a realizzare un casco con la doppia omologazione sostanzialmente simile al precedente, che era da alpinismo, senza appesantirlo e renderlo il clone di un ingombrante modello da sci alpino. Siamo stati in CAMP per vedere come è nato e quali test sono stati fatti per omologare il modello che utilizzano molti atlelti top.

Il test dell’assorbimento degli urti verticali del casco CAMP Speed Comp ©Andrea Salini/Outdoorstudio

TRACCE – 42 Itinerari di primavera con gli sci, dalla Punta Piovosa, nel Piemonte meridionale, all’Etna, passando per alcune vette emblematiche come il Triglav, massima elevazione della Slovenia. Non mancano gli spunti per sfruttare al meglio la tanta neve caduta nel nuovo inserto dedicato all’escursionismo: proposte trattate in una, due o mezza pagina, tutte con cartina e attentamente selezionate dal coordinatore della sezione, Andrea Bormida, e da local molto ben informati.

In salita verso la Brèche Esther ©Andrea Bormida

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.