De Gasperi e Wyatt, un dominio lungo 12 anni

Nella Corsa in Montagna, protagonisti assoluti dal 1997 al 2008

Per analizzare i curricula sportivi di due atleti come il neozelandese Jonathan Wyatt (1972) e l’italiano Marco De Gasperi (1977), ci vorrebbe un intero numero della rivista, e poi forse non basterebbe ancora. Spesso e volentieri si sente accompagnare il loro nome al numero di vittorie che hanno ottenuto nel Campionato del Mondo di Corsa in Montagna. Ecco lo spunto per rivisitare la storia di questa manifestazione sportiva che rappresenta la massima espressione della stessa corsa in montagna e che ne sintetizza i valori anno dopo anno.  

WORLD MOUNTAIN RUNNING CHAMPIONSHIPS – Il Campionato del Mondo di corsa in Montagna (World Mountain Running Championships) è organizzato ogni dal 1985 e conta ormai 28 edizioni. Il prossimo 8 settembre si disputerà a Krynica – Zdrój , in Polonia. Fino al 2008 la sua denominazione era World Mountain Running Trophy metre dal 2009 ad oggi ha assunto l’attuale denominazione. Si è svolto in prevalenza in Europa con le sole eccezioni del 1999 in Malesia, del 2003 in USA e del 2005 in Nuova Zelanda. L’Italia è stato il paese organizzatore di 7 edizioni, San Viglio di Marebbe, Morbegno-Sondrio-Albosaggia, Valle di Susa, Arta Terme, Sauze d’Oulx, Madesimo-Campodolcino e l’ultima, lo scorso anno, a Ponte di Legno.

UNDICI TITOLI IN DODICI ANNI DI DOMINIO
– Ritornando a De Gasperi e Wyatt, dal 1997 al 2008 la sfida per la vittoria finale è quasi sempre stata una questione a due tra loro. In 12 anni, hanno vinto il titolo mondiale ben 11 volte, 6 Jonathan e 5 Marco. Solo nel 2006, a Bursi, in Turchia, il colombiano Rolando Ortiz riuscì a interrompere il loro strapotere andando a vincere la gara proprio davanti a Jonathan. . Dietro di loro non sono andati oltre le 2 vittorie a testa l’Italiano Alfonso Valicella, il colombiano Jairo Correa e l’austriaco Helmut Schmuck. Oltre a questi strepitosi risultati, Marco De Gasperi vanta anche un titolo nella categoria juniores a Telfes, in Austria, nel 2006. Al netto di ritiri in gara, in classifica compaiono quttro scontri diretti tra di loro; nel 1999 1° De Gasperi e 7° Wyatt, nel 2000, 1° Wyatt e 17° De Gasperi, nel 2004 1° Wyatt e 9° De Gasperi e nel 2008 1° Wyatt e 8° De Gasperi. Difficile dire chi dei due sia stato il più grande di sempre, facile invece affermare che sono stati i più grandi di tutti i tempi. A detta degli esperti, Marco più versatile, Jonathan unico in salita.

Tra le donne, le più vittoriose di sempre, con quattro titoli a testa, sono la francese Isabelle Guillot, l’austriaca Gudrun Pfluger e la connazionale Andrea Mayr.

ITALIANI PROTAGONISTI
 – L’Italia vanta una lunga e gloriosa tradizione con 39 medaglie , 8 campioni del mondo e un totale di 14 vittorie con Marco De Gasperi (5), Alfonso Valicella (2), Dino Tadello (1), Lucio Fregona (1), Costantino Bertolla (1) e Antonio Molinari (1) tra gli uomini e Rosita Rota Gelpi (2) e Valentina Belotti (1) tra le donne. Dal 2008, però, l’unca medaglia maschile dell’italia è arrivata dal terzo posto di Martin Dematteis nel 2011 mentre per le donne è arrivato nel 2009 l’oro di Valentina Belotti e l’argento di Maria Grazia Roberti e i due argenti, sempre di Valentina Belotti, nel 2010 e nel 2012.

Di seguito, una sintesi di tutte le edizioni del Campionato del Mondo di Corsa in Montagna disputate con l’indicazione dei vincitori e degli azzurri andati a podio:

1985 – San Viglio di Marebbe (ITA)
Uomini: 14.6 km/1082 – 1° Alfonso Valicella (ITA), 3° Fausto Bonzi (ITA)
Donne: 6.0 km/336 m – 1° Olivia Gruener (FRG), 2° Chiara Saporetti (ITA), 3° Guidina Dal Sasso (ITA)

1986 – Morgegno-Sondrio-Albosaggia (ITA)
Uomini: 15.05 km/1127 m – 1° Alfonso Valicella (ITA)
Donne: 7.35 km/260 m – 1° Carol Haigh (GBR), 2° Valentina Bottarelli (ITA)

1987 – Lenzerheide-Valbella (SUI)
Uomini: 14.7 km/1480 m – Jay Jonshon (USA)
Donne: 7.6 km/371 m – 1° Fabiola Rueda (COL), 3° Giuliana Savaris (ITA)

1988 – Keswick (GBR)
Uomini: 14.0 km/1185 m – 1° Dino Tadello (ITA), 2° Davide Milesi (ITA)
Donne: 7.5 km/420 m – 1° Fabiola Rueda (COL)

1989 – Die and Chattillon-en-Diois (FRA)
Uomini: 16.38 km/1130 – 1° Jairo Correa (COL), 2° Costantino Bertolla (ITA), 3° Luigi Bortoluzzi (ITA)
Donne: 1° Isabelle Guillot (FRA), 3° Manuela Di Centa (ITA)

1990 – Telfes (AUT)
Uomini: 14.3 km/1550 m – 1° Costantino Bertolla (ITA), 3° Luigi Bertoluzzi (ITA)
Donne: 7.88 km/530 m – 1° Beverly Redfern (SCO), 2° Maria Cocchetti (ITA)  

1991
– Zermatt (SUI)
Uomini: 17.3 km/1500 – 1° Jairo Correa (COL)
Donne: 8.3 km/570 m – 1° Isabelle Guillot (FRA), 2° Manuela Di Centa (ITA)

1992 – Valle di Susa (ITA)
Uomini: 14.67 km/1394 m – 1° Helmut Schmuck (AUT)
Donne: 7.44 km/625 m – 1° Gudrun Pfluger (AUT)

1993 – Gap (FRA)
Uomini: 10.942 km/790 m – 1° Martin Jones (ENG)
Donne: 7.94 km/395 m – 1° Isabelle Guillot (FRA)

1994 – Berchtesgaden (GER)
Uomini: 13.070 km/1200 m – 1° Helmut Schmuck (AUT), 2° Antonio Molinari (ITA)
Donne: 7.34 km/685 m – 1° Gudrun Pfluger (AUT)

1995 – Edinburgh (GBR)
Uomini: 12.2 km/820 m – 1° Lucio Fregona (ITA), 3° Marco Toini (ITA)
Donne: 7.85 km/450 m – 1° Gudrun Pfluger (AUT), 3° Nives Curti (ITA)

1996 – Telfes (AUT)
Uomini: 1.0 km/1310 m – 1° Antonio Molinari (ITA), 2° Severino Bernardini (ITA)
Donne: 7.25 km/785 m – 1° Gudrun Pfluger (AUT)

1997 – Upice-Male Svatonovice (CZE)
Uomini: 11.6 km/900 m – 1° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 7.8 km/600 m – 1° Isabelle Guillot (FRA)

1998 – Dimitile/Isle de la Reunion (FRA)
Uomini: 15.16 km/1520 m – 1° Jonathan Wyatt (NZL), 2° Antonio Molinari (ITA)
Donne: 8.27 km/750 m – 1° Dita Hebelkova (CZE)

1999 – Mount Kinabalu Park (MAS)
Uomini: 12.5 km/860 m – 1° Marco De Gasperi (ITA) – 7° Jonathan Wyatt (NZL)
Donne: 7.8 km/510 m – 1° Rosita Rota Gelpi (ITA)

2000 – Bergen (GER)
Uomini: 11.6 km/1204 m – 1° Jonathan Wyatt (NZL), 17° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 1° Angela Mudge (SCO)

2001 – Arta Terme (ITA)
Uomini: 12.96 km/949 m – 1° Marco De Gasperi (ITA), 2° Emanuele Manzi (ITA)
Donne: 8.55 km/590 m – 1° Melissa Moon (NZL)

2002 – Innsbruck (AUT)
Uomini: 1° Jonathan Wyatt (NZL) 
Donne: 1° Svetlana Demidenko (RUS), 2° Antonella Confortola (ITA)

2003 – Girdwood, Alaska (USA)
Uomini: 11.48 km/900 m – 1° Marco De Gasperi (ITA), 3° Marco Gaiardo (ITA)
Donne: 7.7 km/600 m – Melissa Moon (NZL)

2004 – Sauze d’Oulx (ITA)
Uomini: 10.14 km/1017 m – Jonathan Wyatt (NZL), 9° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 8.46 km/862 m – 1° Rosita Rota Gelpi (ITA)

2005 – Wellington (NZL)
Uomini: 13.5 km/930 m – 1° Jonathan Wyatt (NZL), 2° Gabriele Abate (ITA), 3° Davide Chicco (ITA)
Donne: 9.1 km/620 m – 1° Kate Mc Ilroy (NZL)

2006 – Bursa (TUR)
Uomini: 12.0 km/1275 m – 1° Rolando Ortiz (COL), 2° Jonathan Wyatt (NZL), 5° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 8.4 km/895 m – 1° Andrea Mayr (AUT)

2007 – Ovronnaz (SUI)
Uomini: 12.3 km/780 m – 1° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 8.3 km/520 m – 1°Anna Pichrtowa (CZE)

2008 – Sierre – Crans Montana (SUI)
Uomini: 12 km/930 m – 1° Jonathan Wyatt (NZL), 4° Bernard Dematteis (ITA), 8° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 8.3 km/690 m – Andrea Mayr (AUT)

2009 – Madesimo – Campodolcino (ITA)
Uomini: 13.2 km/825 m – 1° Goeffry Kusuro (UGA)
Donne: 8.8 km/550 m – 1° Valentina Belotti (ITA), 2° Maria Grazia Roberti (ITA)

2010 – Kamnik – Velika Planina (SLO)
Uomini: 12 km/1220 m – 1° Samson Gashazghi (ERI)
Donne: 8.5 km/960 m – 1° Andrea Mayr (AUT), 2° Valentina Belotti (ITA)

2011 – Tirana (ALB)
Uomini: 13.5 km/1500 m – 1° Max King (USA), 3° Martin Dematteis (ITA), 4° Bernard Dematteis (ITA), 5° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 8.8 km/1000 m – 1° Kesie Enman (USA)

2012: Temu-Ponte di Legno (ITA)
Uomini: 14.1 km/1550 m – Petro Mamo (ERI), 7° Marco De Gasperi (ITA)
Donne: 8.8 km/900 m – 1° Andrea Mayr (AUT), 2° Valentina Belotti (ITA)  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.