Continuano gli arrivi alla Transvulcania

I pronostici americani dicono Sage Canaday

A meno di tre giorni dall’evento, sono presenti sull’isola praticamente tutti i pretendenti alla vittoria finale. Dall’America, dopo Timothy Olson, ieri sono arrivati anche la super star Anton Krupicka, il nuovo talento a stelle e strisce Sage Canaday e il neo acquisto del Team Salomon, Cameron Clayton.

CANADAY SUPER FAVORITO – Si preannuncia quindi una sfida nella sfida, con i più forti atleti americani del momento impegnati finalmente nella stessa gara lungo gli 83 km della Transvulcania. Da oltreoceano, i pronostici sono tutti per Sage Canaday. Recentemente protagonista alla Tarawera Ultramarathon e alla Lake Samona 50 km con vittoria e record della gara. Nella prima gara, in Nuova Zelanda, Canaday è arrivato davanti a Timothy Olson mentre nella seconda, in America,  è arrivato davanti a Cameron Clayton.
 
L’INCOGNITA KUPRICKA – Per l’atleta di Boulder, Colorado, si tratta della prima gara stagionale. Dopo il suo secondo posto al Cavalls del Vent a fine settembre, dietro Kilian Jornet, un bel banco di prova al termine di molti mesi di allenamenti durissimi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.