Bernard Dematteis da record a Malonno

Il cuneese primo al Fletta Trail, tra le donne vittoria della Desco

Si è corsa oggi la cinquantunesima edizione di una delle grandi classiche della corsa in montagna, il  Fletta Trail Trofeo Memorial Bianchi di Malonno in alta Valle Camonica.

LA GARA – 188 partenti in una mattinata assolata ma non calda. Condizioni che facevano presagire una gara in uno scenario normale se non fosse arrivata la pioggia torrenziale. La cronaca è cominciata con l’attacco degli atleti al Muro di Dùrna, la salita iniziale che da sempre opera la prima veemente selezione. L’attesissimo Bernard Dematteis è andato subito in forcing e ha messo in difficoltà i diretti avversari: il rumeno Ionut Alin Zinca (Valetudo), il gemello Martin (Pod. Valvaraita) e il ceko Robert Krupicka. Il trofeo Grimpeur è finito così saldamente nelle mani del due volte campione d’Europa che ha scollinato poi a Tedda con un vantaggio intorno ai 40 secondi. Ionut Zinca approfittava della impegnativa discesa tra Tedda e Moscio per avvantaggiarsi su Martin Dematteis e lanciare così la sua candidatura a sfidante principale di Bernard che però nella salita tra Frai, Lando e Lezza ha rotto gli indugi e, con una progressione spettacolare, ha incrementato il suo vantaggio fino a portarlo a 2 minuti al rilevamento in località Narcos. Era decisamente la stoccata decisiva e il cambio di marcia che infiammava anche Piazza Repubblica dove in tanti assistevano alla gara dai monitor seguendo la diretta TV di TeleBoario. Cominciava così la costruzione di un’impresa da record mentre alle sue spalle Zinca controllava un secondo posto divenuto a quel punto preziosissimo. Grande sacrificio di Martin Dematteis, andato in difficoltà nel passaggio a Lezza, che non mollava e continuava l’inseguimento, tenendo virtualmente aperta la lotta per il podio. Nonostante la pioggia torrenziale Bernard Dematteis ha fatto segnare il nuovo record della gara, 1h27’36”, migliorando di 8 secondi il precedente primato. 1h28’47” il tempo di Ionut Zinca e 1h29’15” quello di Martin Dematteis. A seguire Robert Krupicka (1h31’56”), Fabio Bazzana  (Team Salomon – 1h36’09”), Filippo Bianchi (Valsabbia Oxiburn – 1h38’48”), Alessandro Frison (Atl. Vis Abano  – 1h38’50”), Pavel Brydl (Team La Sportiva CZE – 1h39’10), Luca Carrara (Cral Banca Pop. Bergamo – 1h39’19”) e Marco Ferrari (Atl. Franciacorta – 1h42’05”).

DONNE – Nella gara donne monologo di Elisa Desco. La campionessa dell’Atl. Alta Valtellina Team Scott ha dominato il lungo e in largo dal primo all’ultimo metro. Le è sfuggito il record (1h48’57”), ma non l’ovazione che Malonno le ha tributato per tutto il percorso. Secondo posto per Francesca Iachmet (Atl. Trento – 1h50’08”) che nel finale ha avuto ragione di una indomita Stefania Cotti Cottini (1h50’29”). Nella top five anche Ana Nanu (GS Gabbi – 1h52’13 ), Monica Pontchafer (Freezone – 1h52’25”), Elisa Sortini (GP Talamona – 1h53’29”). 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.