Bendetti: 'Il livello della squadra e' molto alto'

Parla il dt azzurro dopo gli Italiani

Quali indicazioni per lo staff della Nazionale dopo le prime gare dei campionati italiani?
«Credo che il livello della squadra sia molto alto – spiega il dt Stefano Bendetti -: qualcuno è più avanti, ma questo è un periodo di ‘carico’ ed è normale essere in ritardo. Ed direi anche giusto visto che la forma migliore serve dal prossimo mese. Purtroppo saltando la Misurina non avremo le indicazioni da una gara individuale: a gennaio ci sarà subito la Coppa del Mondo e qualche informazione in più su questo tipo di gare sarebbe stata utile per completare le convocazioni».

A livello giovanile? Qualche sorpresa?
«Direi di no. Anche chi è andato forte e non è in nazionale e comunque nel giro degli ‘osservati’. Discorso a parte per i Cadetti che saranno chiamati solo per i Mondiali. Il dato, invece, importante è la continua crescita dei numero di partecipanti alle gare giovanili: ogni anno aumenta, un segnale per il nostro movimento e del lavoro che stanno facendo comitati e sci club».

E poi c’è stata la novità di una sorta di passaporto biologico ‘interno’.
«Per il primo anno la FISI ha effettuato dei prelievi su tutti gli atleti della Nazionale: vuol dire che la federazione crede nello ski-alp e lo considera alla pari delle altre discipline. I dati verranno consegnati direttamente agli atleti, ma avremo un data-base importante per monitorare la situazione».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.