Al Grand Paradis dominio Eydallin-Boscacci

Tra le donne vittoria di Martinelli-Pedranzini

Come da pronostico, Matteo Eydallin e Michele Boscacci hanno vinto il Tour du Grand Paradis. I due atleti del CS Esercito di Courmayeur hanno chiuso con il crono di 2.16.29, davanti ad altri due azzurri,  Filippo Barazzuol-Davide Galizzi (2.20.35) e alla coppia nadir Maguet-Filippo Beccari (2.2.3.54).

ASPETTANDO LA PDG – «Abbiamo fatto una bella gara in vista della Patrouille e un po’ di quota che non guata mai – ha detto Michele Boscacci -. Correre qui è sempre bello. Io e Eydallin stiamo bene, abbiamo buone sensazioni. Ora l’importante sarà arrivare non troppo stanchi all’ultima tappa di la Grande Course». 

DOMINIO BORMINO – Tra le donne ennesimo successo delle ‘bormine’ Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini (3.10.18). Staccate di 1’38” le atlete del Team Crazy Laura Besseghini e Birgit Stuffer, davanti al duo Lucia Moraschinelli-Federica Osler che ha chiuso la gara in 3.24.28.

NIENTE GRAN PARADISO – Quest’anno nessun passaggio in vetta a causa di uno spesso strato di ghiaccio che non garantiva condizioni di sicurezza. Ai nastri di partenza si sono presentate 119 squadre ad attenderle un dislivello positivo di 2100 metri interamente disegnato all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradis con passaggio al giro di boa del Rifugio Chabod, primo scollinamento ai 3600 della schiena dell’Asino, lunga picchiata verso il rifugio V Alpini e altra breve risalita che precedeva l’ultima discesa verso il traguardo.

TOP TEN – Classifica alla mano, nella top ten di giornata sono entrati pure gli svizzeri Werner e Marcel Marti, gli alpini Daniel Antonioli – Denis Trento, Thomas Martini – Roberto De Simone, Richard Tiraboschi – Daniel Yeuilla, Andrea Omodei – Alex Salvadori, Matteo Bignotti – Norman Gusmini e Marco Del Missier – Paolo Meizinger. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.