Stava Mountain Race, c'e' anche Michele Boscacci

Ma il vincitore 2014 Paolo Bert annuncia forfait

La vigilia della decima Stava Mountain Race regala agli organizzatori dell’Unione sportiva Cornacci una notizia positiva, ma anche una defezione. Alla segreteria organizzativa fiemmese è infatti arrivata l’iscrizione dell’ultima ora del forte skialper del Centro Sportivo Esercito Michele Boscacci, che in estate non disdegna la partecipazione alle gare vertical race (ha vinto poche settimane fa la sfida della Grignetta). Il valtellinese di Albosaggia tenterà quindi di dare filo da torcere al favorito Urban Zemmer del team La Sportiva, che la competizione fiemmese l’ha vinta quattro volte in cinque edizioni. Il forfait arriva invece dal vincitore della gara lunga dello scorso anno Paolo Bert, alle prese con una infezione tibiale a seguito alla puntura.
L’appuntamento agonistico di corsa in quota di domenica si annuncia comunque di assoluto livello, sia per la validità come terza prova del circuito La Sportiva Mountain Running Cup, sia in quanto ad iscritti, visto che sono stati superati i 300 partenti, sia per la presenza di tutti i team più blasonati dello skyrunning (dal team Crazy Idea al team La Sportiva, dal Valetudo al Salomon), ma soprattutto in riferimento al pedigree della starting list delle due competizioni in programma. Si inizierà infatti alle 8 con il Vertical del Cornon – Felicetti Cup, di sola ascesa sullo sviluppo di 5 km e 1080 metri di dislivello, quindi alle 9 toccherà alla Stava Mountain Race sui tradizionali 24,9 km e ben 4250 metri di dislivello.
Nella gara più attesa il favorito è senza dubbio il forte alfiere del team Crazy Idea Tadei Pivk, campione italiano skyrace in carica e dominatore due anni fa proprio nella gara fiemmese, ed intenzionato a centrare il bis, ma pure a far registrare il nuovo record della manifestazione che stabilì Ionut Zinca nel 2012 con il tempo di 2h18’36”. I suoi rivali saranno i due alfieri del Team La Sportiva Michele Tavernaro e Christian Varesco, quindi il rumeno del team Valetudo Gyorgy Istvan Szabolcs e lo svizzero Micha Steiner in forza al team Salomon.
Si annuncia avvincente anche la sfida al femminile, dove non appare ancora fra le iscritte la vincitrice di dodici mesi fa Nadia Scola, che deciderà all’ultimo momento se prendere il via o meno. A contendersi i tre gradini del podio cinque regine dal palmares importante, come Debora Cardone, Chiara Gianola, Raffaella Rossi, Elisa Sortini e Lara Mustat.
Per quanto riguarda il Verticale del Cornon, intitolato all’amico della montagna di Tesero Dario Zeni, già detto dell’attesa sfida a due fra Urban Zemmer e Michele Boscacci, partono con il ruolo di outsider gli altri due alfieri del Team La Sportiva Nicola Pedergnana e Nadir Maguet, mentre in campo femminile godono dei favori del pronostico Francesca Rossi, la fiemmese Beatrice Deflorian e la lecchese di Premana Serena Vittori.
Da non perdere il ricco pomeriggio di sabato dedicato ai bambini. Si inizierà alle 14 con giochi, divertimento e la realizzazione delle medaglie per premiare i vincitori della gara di domenica, in collaborazione con l’Associazione Bambi. Alle 15.45 toccherà alla Mini Stava Mountain Race, la sfida agonistica su un percorso con tre lunghezze diverse per altrettante categorie. Alle 17 l’aperitivo presso il Bar Dondio, quindi alle 19 il pasta party presso il tendone delle scuole elementari di Tesero, dove alle 20.15 è in programma il briefing tecnico.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.