Ski-alp, dominio azzurro in Coppa del Mondo

Primo Lenzi, davanti a Antonioli, Eydallin e Boscacci

Con il Mezzalama si è conclusa la prima stagione di Coppa del Mondo dopo l’accordo tra ISMF e LGC. La overall dunque teneva conto di tutte le gare, assegnando un bonus a chi fosse stato primo nella classifica LGC (la Long Distance World Cup ISMF): la preoccupazione in casa Italia era quella che con la possibilità di gareggiare in team extra-nazionali nelle gare LGC (mentre gli azzurri avrebbero comunque partecipato con squadre nazionali) qualche atleta avrebbe potuto essere avvantaggiato. In realtà alla fine gli azzurri hanno dominato le gare LGC e monopolizzato la generale di Coppa. Ha vinto Damiano Lenzi con 1023 punti, davanti Robert Antonioli a 956, Matteo Eydallin a 845, Michele Boscacci a 786, con solo quinto William  Bon Mardion a 751, seguito da Xavier Gacher a 716.
Con tre su tre nelle prove LGC, Eydallin e Lenzi vincono anche la coppa Long Distance (e sono ‘ben messi’ per la generale LGC che resta sul biennio con quattro gare nel 2016: Altitoy il 27 e 28 febbraio, Pierra Menta da 10 al 13 marzo, Tour du Rutor l’1, 2 e 3 aprile e Patrouille des Glaciers il 23 aprile).
Nella generale femminile Laetitia Roux era sicura della vittoria finale, anche con il secondo posto al Mezzalama ha chiuso saldamente al comando con 1630 punti su Axelle Mollaret a 1048 e Emelie Forsberg a 940.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.