Si avvicina il week-end extreme di Limone

Venerdì vertical, sabato skyrace per la kermesse griffata Dynafit

140
©Maurizio Torri

Limone Extreme da sold out. Raggiunto il tetto massimo di 600 concorrenti, il comitato organizzatore ha messo in palio altri 100 pettorali per assecondare le numerose richieste giunte alla segreteria. Pochi i numeri ancora disposizione pure sulla vertical by night di venerdì 12, mentre apertissime sono le iscrizioni sulla 10k. In quest’ultima prova tantissime le ‘quote rosa’ grazie la progetto #donnaforskyrace che punta ad avvicinare sempre più donne al mondo delle corse a fil di cielo.A meno una settimana dall’evento gli atleti accreditati sono più di 1000. E ancora una volta le montagne dell’Alto Garda diventeranno l’ombelico del mondo dello skyrunning visto che le nazioni attualmente rappresentate sono già 36.
Sei volte consecutive finale di Migu Run Skyrunner World Series, la kermesse revede una due giorni a dir poco intensa. Si partirà venerdì 12 con la spettacolare gara by night. 3700 metri di sviluppo, una verticalissima ascesa di 1100 metri con frontali accese: due batterie con start alle 17 e alle 18 (èer gli élite). Difficile azzardare un pronostico vista la super sfida Italia-Svizzera tra gli scialpinisti Damiano Lenzi, Davide Magnini, Nadir Maguet, Remi Bonnet e Martin Anthamatten. A rimescolare le carte in tavola ci penseranno Hannes Perkmann, Petter Engdahl e Luka Kovacic.
Al femminile donna da battere sarà ancora una volta la francese Christel Dewalle, ma questa volta dovrà fare i conti con la svizzera Victoria Kreuzer e l’italiana Alba De Silvestro.
Sabato mattina il lungo week end griffato Dynafit, prevede alle ore 9 la partenza della 10K (970m D+), mentre alle 11 il catalano Kilian Jornet guiderà il gran galà dello skyrunning mondiale su un durissimo percorso vista lago da 29 km (2500 m D+). Da questa adrenalinica sfida usciranno re e regina dell’estate 2018. In lizza per il primo posto oltre alla stella del Team Salomon vi saranno il recordman della gara Marco De Gasperi, Nadir Maguet, e il giovane spagnolo Jan Margarit. Attenzione poi agli svizzeri Remì Bonnet, Martin Anthamatten, Pascal Egli, allo svedese Petter Engdahl, ai norvegesi Stian Angermund e Stian Aarvik. In gara anche il re del Tor de Geants Franco Collé. Nella gara in rosa sarà super sfida tra l’americana Hilary Gerardi e la spagnola Laura Orguè. Ruolo di outsider per Elisa Desco, la britannica Holly Page o l’olandese Ragna Debats.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.