Rally Bormio 2.000: sorpresa Cadetti

Ottima prestazione della categoria con distacchi limitati

Al rally del raduno giovani di Bormio i Cadetti hanno realizzato punteggi maggiori rispetto agli Junior (nei rally i punteggi vanno considerati come penalità: vince chi ne accumula meno), dovuti alla minore esperienza accumulata nelle competizioni e ai due anni di età media in meno. Ma la proporzione tra i valori assoluti in tempo è abbastanza sorprendente: nel senso che ci si potrebbe aspettare distacchi maggiori. Invece pochi secondi separano le prestazioni confrontando i medesimi livelli delle due categorie Cadetti/Junior. Tra i cadetti ha vinto il team dello Sci Club Sondalo formato da Andrea Greco (figlio d’arte) e Thomas Muscetti. I due gareggiano con gli sci dallo scorso anno e formano una squadra già rodata. D’estate corrono in montagna e in più Andrea arrampica. La squadra vincitrice cadette invece è un inedito casuale e una bella sorpresa: il tecnico Ivan Murada aveva formato le altre coppie con criteri di equilibrio, lasciando ultima sua figlia Giulia per equità verso le altre ragazze. Giulia ha iniziato con la ginnastica artistica e ora gareggia nella corsa in montagna e nei cross, formandosi sul campo dell’atletica leggera. Di Alessia Re dello sci club Antigorio invece non si conoscevano i valori agonistici, essendo al primo anno di scialpinismo e provenendo dallo sci alpino. Il risultato è stato un team Pol. Albosaggia – Antigorio subito forte ed equilibrato su ambedue i terreni e addirittura il miglior tempo femminile nel gigante. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.