Primi assaggi di ski-alp in Valle d'Orco

Le perturbazioni della settimana hanno portato un buono strato di neve

Non solo disastri e disgrazie: il maltempo che si è accanito sull’area nord occidentale della nostra penisola ha lasciato al suolo a partire dai 1700 metri uno strato di neve che va aumentando man mano che si sale di quota e che potrebbe fare da base per le nevicate successive. Una gioia per gli ski-alper.
In particolare, nell’Alta Valle dell’Orco a partire dai Chiapili di Sopra, si possono calzare gli sci e salire alla volta del Serrù e del Nivolet.
Il manto nevoso dapprima sottile – 20 cm – diventa via via più consistente: alla diga del Serrù oggi lo spessore era ancora di 85 cm di neve buona, pesante, al Lago dell’Agnel una ventina di centimetri in più per aumentare ancora verso il Nivolet.
Tempo grigio e piovigginoso a fondo valle ma limpido e radioso in alto. La strada che porta al Nivolet è un ottimo itinerario per racchettisti ma anche perfettamente adatto a quelli come noi che hanno voluto far prendere una boccata d’aria all’attrezzatura… E domani la meteo dovrebbe essere ancora buona.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.