Pochi giorni al via del Tris Rotondo in Val Bedretto

Domenica 23 si corre la gara svizzera candidata a La Grande Course

Quasi trecento squadre iscritte, di cui 65 pattuglie da tre componenti, si presenteranno domenica al via del Tris Rotondo, in Svizzera.
Tra i team italiani ha confermato la propria presenza l’inedita coppia composta da Nadir Maguet e Filippo Barazzuol, squadra giovanissima ma già di esperienza, di diritto tra i favoriti.

Il Tris Rotondo è la gara svizzera di scialpinismo dell’alta Valle Bedretto, forse la zona più nevosa di tutto l’arco alpino e mecca degli scialpinisti dal primo inizio stagione fino a inizio estate. E quasi 4 metri di neve al suolo attendono domenica i concorrenti!
Nata nel 2004, ha cadenza biennale in calendario con la blasonata Patrouille des Glaciers, la classicissima del panorama scialpinistico internazionale.

UNA GARA DI VERA MONTAGNA –
Il Tris, come la Patrouille des Glaciers, ha una forte connotazione alpina lontana da infrastrutture e impianti di risalita; si sviluppa fra le creste e le guglie che attorniano la vetta del Pizzo Rotondo che con i suoi 3192 m è la più imponente vetta del Massiccio del Gottardo.

Il Tris Rotondo ha tutte le caratteristiche per essere paragonata alle più importanti gare scialpinistiche internazionali che dal 2011 si sono riunite nel circuito La Grande Course, del quale anche il Tris Rotondo è ufficialmente candidato a far parte.
Il percorso originale si snoda attorno al Piz Rotondo, raggiunge vette oltre i 3000 metri, risale ripidi canaloni, discende vertiginosi pendii e si sviluppa sul territorio di tre cantoni (Ticino, Uri, Vallese) al centro delle Alpi, da dove hanno origine tre fiumi che sfociano in tre mari: da qui il nome Tris.

TRE PERCORSI –
Il Tris Rotondo è nato inizialmente con due tracciati distinti, il primo dedicato ai popolari – Short Tris – con 1400 m di dislivello positivo e un secondo per gli élite – Main Tris – con 2200 m di dislivello. Negli anni si è completato con una combinazione dei due che ha dato origine al percorso denominato Super Tris di 3200 m di dislivello, ideale per chi intende prepararsi agli appuntamenti della Grande Course.

TANTE VOLTE TRE
– Tre sono le vette al di sopra dei 3000 metri che saranno lambite dal tracciato (Chüebodenhorn, Witenwasserenstock e Pesciora)
– Tre sono i Cantoni svizzeri toccati dal percorso (Ticino, Vallese e Uri)
– Tre sono le regioni linguistiche svizzere toccate (italiana, francese e tedesca)
– Tre sono i grandi fiumi in cui si riversano le acque che traggono origine dallo spartiacque del Witenwasserenstock (Ticino, Rodano e Reuss)
– Tre sono i grandi mari verso cui fluiscono queste acque (Mediterraneo, Mare del Nord e Oceano Atlantico)
– Tre anche i componenti dei team partecipanti alla versione Super Tris Terna, sempre sui 3200 di dislivello positivo, per pattuglie che vorranno correre con questa formula, magari in preparazione alla prossima PdG e al Trofeo Mezzalama nel circuito La Grande Course.
– Tre saranno le entità che si troveranno di fronte e si fonderanno il giorno della gara: Montagna, Neve e Uomo 

Il Tris Rotondo è partner dell’International Dynafit Ski Tour, il campionato italo – svizzero, dove ‘partecipa’ con La Sgambada al Nara.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.