Nulla da fare per il Tour del Monscera

La troppa neve sul percorso non garantisce la sicurezza per gli atleti

Il consiglio direttivo dello sci club Bognanco con i tecnici che si occupano della tracciatura e messa in sicurezza del percorso della trentaduesima edizione del Tour del Monscera, si è riunito martedì mattina in frazione San Lorenzo a Bognanco per un tavolo di lavoro per valutare le conseguenze della fitta nevicata di domenica.
Nella zona di partenza della gara è caduto oltre un metro metro di neve e la strada di accesso non è transitabile: probabilmente la viabilità del tratto dall’Alpe Vercengio all’Alpe San Bernardo, una strada che sale ad oltre 1.500 metri, verrà ripristinata solo per il fine settimana e pur con la piena collaborazione e l’impegno del comune, richiederà almeno tre giorni per l’apertura ed un ulteriore giorno per gli allargamenti e la creazione di aree per il parcheggio. Lungo il percorso e sulle cime in cui dovrebbero transitare i concorrenti ci sono oltre 150 centimetri di neve.
Per poter garantire un percorso all’altezza del Tour del Monscera, il lavoro di battitura e tracciatura dovrebbe iniziare non più tardi di mercoledì: le condizioni attualmente non lo permettono, inoltre le parti tecniche (Cima Gezza e canalino del Dosso) non sono assolutamente percorribili in sicurezza in quanto i cumuli di neve non sono ancora assestati e la guida alpina Fabrizio Manoni, responsabile del percorso ha spiegato che è impossibile pensare di poter garantire un tracciato in sicurezza con tratti tecnici a piedi con sci nello zaino. Anche per la logistica e l’allestimento della zona di start-finish area ci sono problematiche legate alla transitabilità della strada che sale a San Bernardo e delle aree di parcheggio per il giorno dell’evento.
 
«Il Tour del Monscera – spiega il presidente del comitato organizzatore Franco Charbonnier  – è caratterizzato ed è conosciuto come una competizione con uno dei tracciati più tecnici ed impegnativi, modificare il percorso optando per soluzioni tecnicamente meno impegnative renderebbe vano tutto il lavoro svolto in tutti questi anni. Il fitto calendario di gare scialpinistiche non permette di rimandare l’evento in quanto le uniche date disponibili sarebbero dopo la metà di marzo, periodo che renderebbe particolarmente pericoloso il transito nei tratti tecnici del percorso. Così abbiamo deciso che il Tour del Monscera previsto per domenica 22 febbraio è annullato. Un grazie a tutti i volontari, gli sponsor, i sostenitori che si sono prodigati e si impegnano per la buona riuscita del Tour del Monscera. Appuntamento al prossimo anno».
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.