MonterosaSkiAlp, c’e’ la data

In programma il 4 marzo con partenza da Gressoney La Trinite’

Fissata la data della MonterosaSkiAlp: nel 2017 andrà in scena il 4 marzo con partenza, e arrivo dopo 30km e 2.800 metri di dislivello, a Gressoney La Trinité con giro di boa a Champoluc.

LA GARA – La MonterosaSkiAlp ha debuttato nel 2010 come notturna sulle piste del comprensorio del Monterosa Ski ma nel 2014 viene riproposta con una nuova veste e importanti obiettivi. Diventa gara a coppie, cambia percorso e soprattutto si propone di alternare di anno in anno tra Champoluc e Gressoney, il luogo di partenza e arrivo. Grandi nomi nell’albo d’oro: nel 2014 (con partenza da Champoluc su un tracciato di 25km e 2.350 metri di dislivello) la vittoria è andata alla alla coppia Barazzuol-Maguet, nel 2015 (da Gressoney) primi Pivk-Collé. L’anno scorso nuovo start da Ayas, ma il percorso è stato reso ancor più impegnativo a Gressoney La Trinité con un inedito tratto a piedi, lungo la ripidissima pista Nera fino alla località Sitten, che ha aggiunto un ulteriore elemento tecnico a una competizione che vede nel susseguirsi dei cambi assetto (11 partendo da Gressoney e 14 partendo da Champoluc) una componente essenziale per il risultato finale. Lotta serrata per le prime cinque posizioni: nell’ordine, Eydallin-Lenzi, Maguet-Barazzuol, Marti-Marti, Cappelletti-Bazzana, Antonioli-Trento.

EVENTI COLLATERALI – Il pubblico può seguire la competizione grazie agli impianti di risalita Champoluc-Crest, Frachey-Alpe Ciarcerio e Stafal-S.Anna che vengono gratuitamente aperti agli spattatori, mentre per atleti e appassionati nella valle di Gressoney sono presenti due tracciati di risalita per scialpinisti su percorsi al di fuori delle piste.
Ma non c’è solo l’aspetto agonistico: gli organizzatori della MonterosaSkiAlp propongono una serie di giornate formative per i bambini delle scuole primarie di Gressoney La Trinité e Ayas. In particolare, nel 2015, è stato realizzato un progetto finalizzato a fornire le basi per la comprensione degli elementi di sicurezza e pericolo nella pratica di attività all’aperto su terreno innevato sia in pista che in fuoripista, mentre nel 2016, la parte formativa è stata indirizzata alla comprensione dell’astronomia e della natura in Valle d’Aosta presso l’Osservatorio Regionale di Saint Barthelemy. Nel 2017 attenzione all’attività mineraria nelle vallate valdostane con la visita ad una miniera recentemente ristrutturata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.