Mondiali, scoppia il caso Frost

La neozelandese contro i Mondiali targati IAAF e ITRA

Anna Frost non parteciperà ai Mondiali di Trail di Annecy. La neozelandese lo fa con un post critico su Facebook, seguendo la decisione di un altro big, Francois d’Haene, perché ‘non vuole sostenere l’ingresso della IAAF in questo sport’. La Federazione internazionale di atletica, infatti, entra ufficialmente nel mondo del trail tramite un accordo con la ITRA e la IAU e quelli di Annecy saranno in pratica anche i primi Mondiali targati IAAF. Le motivazioni della Frost sono diverse, dalla partenza separata degli atleti elite, alla richiesta di qualifica per partecipare alla gara, dalle modifiche per rendere il percorso meno tecnico e più corribile all’impossibilità di partecipare correndo per un team commerciale. Tutte palesi violazioni dello ‘spirito trail’… Quello di Anna è un invito al boicottaggio dell’evento e la seconda defezione importante.

 

I will not be at one of my favourite races – the Maxi-Race – because I do not want to support the IAAF movement in our…
Posted by Anna Frost on Giovedì 28 maggio 2015

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.