Lo ski-alp guarda già ai Giochi del 2026? Pechino 2022 per ora dice no

Italia presente con Torino, Milano e Cortina

Se ‘salta’ Pechino 2022 per lo ski-alp (al momento il comitato organizzatore cinese ha detto che non ci saranno nuove discipline, forse potrebbe esserci una gara dimostrativa…) allora è meglio guardare al 2026, sempre considerando, però, che nel 2020 la presenza è assicurata ai Giochi giovanili di Losanna. Per le Olimpiadi del 2026, il 31 marzo scadeva la richiesta e il CIO che ha annunciato che sono sette i comitati olimpici nazionali che hanno ufficializzato il loro interesse per ospitare i Giochi: oltre al Coni (che con Milano e Torino, inserisce anche Cortina d’Ampezzo) ci saranno Austria (Graz), Canada (Calgary), Giappone (Sapporo), Svezia (Stoccolma), Svizzera (Sion) e Turchia (Erzurum). Questo non vuol dire che saranno tutte candidate (l’Italia, per esempio, deve ancora capire le decisioni del nuovo governo, in Svizzera a giugno ci sarà un referendum): ma è un primo passo. Adesso si apre, quello che si chiama Dialogue Stage, dove ci sarà una prima scrematura nel confronto tra CIO e città possibili candidate. C’è tempo, comunque: la decisione sarà a settembre 2019.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.