L’attesa e’ finita: torna il Kima

Domenica il via alle 6.30

Dopo un’attesa durata due anni, tutto è pronto per la Corsa sul Sentiero Roma: torna il Kima. Una gara ‘miticap, su un percorso tra i più tecnici nel panorama mondiale in Val Masino, divenuta un evento biennale dal 2008. Boom di richieste con oltre 700 domande di pre-iscrizione e pettorali assegnati a 300 atleti élite provenienti da 29 nazioni diverse. La partenza è fissata per domenica alle ore 6.30 da Filorera.
7 passi tutti sopra i 2.500 metri per 52 km e un dislivello complessivo di 8.400 metri, per una seconda tappa delle Skyrunning World Series Extreme tutta da vivere. Organizzata da Ilde Marchetti, dopo una salita lungo la carrozzabile che sale a Predarossa, gli atleti inizieranno il percorso tecnico con l’impegnativo tratto fino al Rifugio Ponti e la Bocchetta Roma prima di affrontare la salita al Passo del Cameraccio dove è posto il traguardo volante a quota 2.950 metri. Qui inizia la parte più tosta con ferrate, tratti attrezzati con catene e traversata su pietraie granitiche al cospetto di montagne dove si è scritta la storia dell’alpinismo come Cengalo, Badile e Disgrazia. Si sale al Passo Torrone prima di arrivare al Rifugio Allievi, al Passo d’Averta, al Qualido e al temuto Camerozzo prima di scendere verso il Rifugio Gianetti dove inizia l’ultimo tratto di salita fino al Passo del Barbacan; da qui una discesa veloce fino alla Omio e giù ai Bagni di Masino dove con un lungo falsopiano si raggiunge il traguardo a Filorera. Tre i cancelli orari previsti, il primo in Bocchetta Roma dopo 3 ore di gara (mezz’ora in più al femminile), il secondo al Rifugio Allievi dopo 5h 30′ e l’ultimo alle 8 ore in Gianetti, con un arrivo entro le 10 ore al maschile e 11 al femminile. Dopo un’edizione 2014 chiusa in lacrime per un secondo posto dopo aver perso il sentiero quando conduceva solitaria al comando, rivedremo la forte atleta svedese Emelie Forsberg, ancor più felici soprattutto per il suo recupero dalla rottura del crociato una gara di skialp invernale. A correre con lei ci sarà fra le altre, Nuria Dominguez. Al maschile a cercare di battere il tempo record di Kilian (assente quest’anno, in questi giorni in spedizione in Himalaya per il tentativo di record di salita e discesa dall’Everest) di 6h 12′ 20" ci sarà il pluri-campione di corsa in montagna Marco De Gasperi (Scott Italia), al rientro da un’infortunio che l’ha fermato proprio mentre avrebbe voluto tentare il record sul Monte Rosa a metà luglio insieme al britannico del Team Salomon Tom Owens, atleta affezionato al Kima, il francese del Team Scott Alexis Sévennec, Jonathan Alban, Sota Agawa, Stefano Butti e tanti altri.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.