La Nazionale pronta al debutto: a fine ottobre il primo raduno

A dicembre i primi campionati italiani

Michele Boscacci e Robert Antonioli

Lo ski-alp azzurro si presenta al via della stagione con grandi ambizioni: aumentato dalla FISI, anzi raddoppiato, il budget; cresciuto lo staff della Nazionale con i confermati Stefano Bendetti e Davide Canclini affiancati a tempo pieno dei due tecnici del CS Esercito, Denis Trento e Manfred Reichegger. «Abbiamo in programma una serie raduni prima del via della stagione, di più giorni rispetto al passato – spiega il dt Bendetti – il primo a fine ottobre, nella settimana che precede Skipass a Modena (in programma dal 1 al 4 novembre, dove saranno premiati anche gli azzurri dello ski-alp). Dobbiamo ancora decidere dove, in attesa di capire quali siano le migliori condizioni di innevamento. E poi attenzione ai giovani, in prospettiva Losanna 2020».
La direzione agonistica seguirà anche la stesura dei calendari. «Ho già un bel malloppo di richieste-gare – ancora Bendetti -, aspettiamo ancora i ritardarti nelle prossime due settimane, poi valuteremo le richieste e stileremo il calendario, puntando prima di tutto su campionati italiani e Coppa Italia, anche in prospettiva Coppa del Mondo e Mondiali, per avere indicazioni sul campo delle condizioni degli atleti. Il trittico degli assoluti, vertical, sprint e staffette, dovrebbe andare in scena a metà dicembre, poi due individuali di Coppa Italia verso fine dicembre e inizio gennaio».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.