La 'domenica bestiale' di Robert Antonioli

Primo nella sprint davanti a Palzer e Rottmoser

Ci credeva dopo il titolo italiano, voleva la vittoria in Coppa del Mondo nello sprint. Detto, fatto: Robert Antonioli sul gradino più alto del podio a Puy St.Vicent. Non c’è stata volata finale, ma alla fine era stremato: «Sono davvero molto soddisfatto: avevo sempre piazzamenti in questa specialità e puntavo al successo. Certo non è stato facile, il livello è altissimo, ma questo format di gara mi piace e si addice alle mie caratteristiche, visto che sono molto veloce nei cambi. Rottomoser è un ‘mostro’ in partenza, ma sono riuscito a recuperare prima delle inversioni: ha preso una scia diversa dalla sua, perché mi sembrava un po’ al gancio. E forse anche Palzer lo aveva capito, visto che mi ha seguito. Ha sbagliato, un pizzico di fortuna non guasta, ma forse ce la potevano giocare lo stesso senza il suo errore. Dopo c’è stato un po’ di ‘tappo’ al cambio, sono riuscito a scappare via per primo, poi la discesa a tutta sino al traguardo». Primo Antonioli, secondo Palzer, terzo Rottmoser.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.