Il Memorial Partigiani Stellina parla internazionale

Successo del norvegese Johan Bugge e dell'irlandese Sarah Mc Cormack

Johan Bugge ©Facebook Memorial Partigiani Stellina

30 anni per il Memorial Partigiani Stellina. Quella del 2018 è l’edizione delle prime volte: prima vittoria norvegese al maschile con il campione europeo del 2015 di corsa in montagna Johan Bugge, e primo successo irlandese al femminile con Sarah Mc Cormack. La gara è ritornata al percorso originario, più lungo (14,3km) con passaggio dalle Grange Sevine, il teatro della battaglia del 1944 dove i partigiani, guidati da Aldo Laghi (alias Giulio Bolaffi), ebbero la meglio sui tedeschi. Gara di testa per Bugge, che dimostra di essere in grande spolvero in vista dei Mondiali in programma a Canillo il prossimo 15 settembre. Primo atagliare il traguardo in solitaria con 50 secondi di vantaggio su Francesco Puppi. Il bronzo è del keniano Timothy Kimutai con Martin Dematteis in scia, quarto. La classifica maschile si completa nelle prime posizioni con il quinto posto di Henri Aymonod, quondi Massimo Farcoz. Cesare Maestri, Matteo Eydallin, Damiano Lenzi e Edward Young a completare la top ten
Successo a sorpresa quello di Sarah Mc Cormack nella prova rosa; l’irlandese, lasciata sfogare la keniana Joyce Mutoni Njeru, quando la salita diventa dura recupera agevolmente il gap e inizia a macinare secondi e poi minuti di vantaggio. Sul traguardo il margine sfiora i quattro minuti: per lei nuovo record del percorso. Prima azzurra al traguardo Gloria Rita Giudici, terza in scia alla keniana e davanti alla francese Anais Sabrie con quinta Erica Ghelfi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.