Gitschberg Pieps Nightattack con due vincitori

Responso definitivo: pari milimetrico tra Goetsch e Zulian

La terza prova dell’Eisacktal Cup si è corsa tra i -9° C alla partenza e i -14° C all’arrivo presso la Baita Gitschutte a 2210 metri. 
Sono partiti effettivamente 165 atleti dei 200 iscritti, che hanno affrontato un percorso non ripido: sviluppo di ben 6 km per un dislivello di 800 metri.

LA CRONACA DELLA GARA –
Gia’ alle prime battute i favoriti Zulian, Götsch e Innerhofer riescono a distanziarsi dal resto del gruppo; fino alla fine della gara sarà battaglia tra questi tre.  Sulle ultime lievi pendenze Götsch e Zulian riescono ad allungare il passo e a staccare il forte Innerhofer di un paio di metri, che poi saranno sufficienti per concludere la gara con un fotofinish a pari merito.

Quindi sul gradino più alto finiscono Götsch e Zulian per il Bogn da Nia. A seguire Willi Innerhofer della Skialprace Ahrntal; un po’ piu staccati  Oswald Weisenhorn dalla Val Venosta ,che avrà la meglio su Roberto De Simone  (ASV Gossensass Skialp).  

GARA DONNE –
Tra le donne vittoria da pronostico per Valentina Danese che veste i colori dell’ASV Gossensass Skialp; comunque a poco giunge seconda la forte atleta gardenese Esther Demetz, e a seguire la sempre competitiva Annemarie Gross (Bogn da Nia).
Ottimo quarto posto anche per Stefanie De Simone che deve cedere sugli ultimi metri allattacco di Annemarie Gross che la precederà di poco. In quinta piazza troviamo Alexandra Hober, fortissima ciclista Alto Atesina.

LORENZENSTURM  DECISIVA –
Il prossimo appuntamento per la Eisacktalcup sarà per sabato 2 febbraio con il Lorenzensturm: lunica gara del circuito che si svolge fuori pista. Questa gara potrà essere già decisiva per la classifica generale del circuito, dove attualmente troviamo al vertice delle classifiche Philip Götsch,  Zulian e Roberto De Simone nel ranking maschile. Nel femminile invece ,con tre vittorie nette,  Valentina Danese.  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.