Filippo Barazzuol entra nella lista dei convocati

Il giovane piemontese correrà a Verbier in azzurro

Dopo circa 18 ore dalla sua pubblicazione, la lista ufficiale dell’ufficio stampa FISI comprendente gli 8 senior convocati in squadra per Verbier si è magicamente e silenziosamente arricchita di un nono nome: Filippo Barazzuol!  

Prima di tutto i complimenti al giovanissimo Barazzuol, 24 anni, neolaureato in biologia ambientale, dello sci club Nuovi Traguardi (denominazione profetica), comitato AOC e, last but not least, bravo autore di bellissimi reportage per Ski-alper, tra i quali quello in mountain bike dalle montagne del Comelico.
E poi sentiamo dalla sua voce i primi commenti:  

Filippo, complimenti! Un altro ‘non pro’, e soprattutto giovanissimo, si è guadagnato la convocazione in squadra. Raccontaci la tua crescita costante fino al quarto posto dell’ultimo Mezzalama e a questo inizio di stagione sorprendente.

«Sto mettendo a frutto un’occasione: mi trovo ad essere libero da impegni, e ho deciso di provare ad allenarmi bene. Non avevo programmato gli allenamenti particolarmente per l’inizio stagione, però avevo deciso di provare a partire forte. Ma questi risultati sono stati comunque inaspettati anche per me!»   

La tua motivazione allo scialpinismo risultava anche ai tempi della partecipazione all’ultimo concorso per il Centro Sportivo Esercito.

«Sì, ci ho provato comunque, anche perché a ottobre mi sono laureato e ora sto mandando domande e curriculum a raffica, quindi…perché no? In realtà mi sono dedicato allo scialpinismo solo da tre anni. Nel ciclismo avevo già raggiunto il mio top, e avevo capito che più di così non potevo fare. Mi son detto ‘proviamo!’. Sono contento perché mi sembra che la scelta mi stia dando ragione».  

Come mai non comparivi nella prima versione della lista dei convocati? Cos’è cambiato in quelle 18 ore?

«Non lo so. Credo che abbiano parlato e deciso di includermi per darmi fiducia, trovando le risorse per portare un atleta in più».  

Ora in squadra sei uno dei più giovani…

«Sì, dopo Michele Boscacci e Robert Antonioli ci sono io! Ringrazio tutti per la fiducia e spero proprio di riuscire a ricambiare. Di sicuro è una bella occasione, e sarà una grande esperienza!»        

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.