Domenica appuntamento con il Trail Monte Casto

La gara biellese festeggia le dieci edizioni

Domenica 25 ottobre il Trail Monte Casto festeggerà la decima edizione: al via un parterre d’atleti eccezionale, atleti dall’estero (10 nazioni presenti), provenienti da moltissime province della nostra penisola, il numero massimo di 800 iscritti è stato raggiunto con largo anticipo.

FAVORITI – Sulla distanza regina di 46 km, veramente difficile individuare un favorito. Dalla zona del Triveneto si presenteranno al via, Christian Modena, Stefano Fantuz, Ivano Molin e Francesco Rigodanza. I lombardi si presenteranno al via con Luca Carrara, Filippo Bianchi, Fabio Di Giacomo, Marco Franzini e Matteo Colombo. Una nutrita pattuglia piemontese cercherà di portare a casa la vittoria, in primis Stefano Trisconi, senza dimenticare Michele Fantoli, Michael Dola, Daniele Fornoni, Daniele Gaido, Alberto Bolcato. Tra i top rientrano anche il valdostano Davide Cheraz, l’argentino Pablo Barnes, i francesi Yoahnn Moussel e Olivier Soriano, il ligure Davide Grazielli e il biellese Mauro Coppa.
In campo femminile, sfida tra la valdostana Sonia Locatelli e l’italo argentina Virginia Oliveri (già vincitrice al Casto), ma attenzione anche all’altra valdostana Sonia Glarey e le biellesi Barbara Cravello e Marcella Belletti. Lotteranno per i primi posti anche Cinzia Bertasa, Marina Plavan,  la francese Morgane Cretton.
Lotteranno per la top ten anche l’ex campionessa del mondo trail, Cecilia Mora, Emanuela Scilla Tonetti e Chiara Bertino.
Sulla distanza più breve di 21 km, i favoriti tra gli uomini sono il veneto Cristian Sommariva, il piemontese Danilo Lantermino, il milanese Filippo Canetta e i biellesi  Enzo Mersi e Andrea Nicolo. Nelle donne la toscana Cecilia Polci e la biellese Valeria Bruna.

PERCORSO – Per quanto riguarda il tracciato, si tratterà di percorrere ben 46 km con un dislivello di 2200 m quasi interamente su sentieri e strade sterrate. Il percorso toccherà alcuni angoli incantevoli del Biellese, a partire dal Monte Casto, per proseguire attraversando gli alpeggi di Monduro e Carcheggio e salire al Bocchetto Sessera (1380m) tramite la classica mulattiera usata per la transumanza con incomparabili viste sulle montagne biellesi e sulle alpi piemontesi. La gara entrata nell’Oasi Zegna porta prima al Monte Massaro, per raggiungere poi la caratteristica baita della Scheggiola, passare all’alpeggio Baraccone e attraverso il bel ponte a schiena d’asino, al Rifugio Piana del Ponte.
Qui il sentiero ricomincia a salire per passare a fianco del ponte della milizia, raggiungere la Casa del Pescatore e salire immerso nella pineta fino al bellissimo alpeggio dell’Artignaga e tornare al Bocchetto Sessera. Un bel sentiero conduce i trailers quindi a Pratetto, poi a Fraz.Trabbia di Callabiana, un lungo traverso porta alla fraz. Causso di Tavigliano, a Locato, per affrontare poi l’ultima asperità della giornata, la salita alla bella chiesetta degli Eremiti e infine a Selve Marcone. Da qui un traverso nel bosco permette di raggiungere la località Colma e in discesa ritornare al luogo di partenza.
La partenza è prevista per le ore 7 per chi parteciperà alla 46km, alle ore 9 per chi prenderà il via della 21km e alle ore 9.30 verrà dato il via della 9 km (passeggiata non competitiva, iscrizioni possibili il mattino della gara).
Sarà possibile seguire la competizione per chi fosse interessato, in diversi punti tramite spostamenti in auto.
Per la prima volta viene organizzato un mini trail per i bambini, percorso di 600 m per i nati dal 2006 in poi, di 1200 m per i nati dal 2002 al 2005.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.