Damiano Lenzi vince a Prato Nevoso

Quarto Antonioli che allunga nella generale su Boscacci

Prima giornata di Coppa del Mondo a Prato Nevoso con l’individual. Condizioni difficili, anche se con percorso ridotto. Un po’ di neve il giorno precedente la gara, quasi spunta il sole al momento della partenza, ma quasi subito arriva anche la nebbia. Neve molle, impegnativa in salita, ma ancor più in discesa, colpa anche della poca visibilità. Sulle nevi di casa detta legge Damiano Lenzi che comanda la gara sin dalle prime battute e va a vincere in solitaria con il crono finale di 1h37’04”. Secondo, ed è festa grande in casa Austria, Jakob Herrmann in 1h37’48”, che nel finale riesce a superare Matteo Eydallin, terzo in 1h38’10”.

LEADERSHIP DI COPPA – Gara nella gara la lotta a distanza tra Robert Antonioli e Michele Boscacci, nelle prime due posizioni nella generale di Coppa. Robert prende punti preziosi su Miky. Ha lottato, è caduto anche tre volte in discesa, ma alla fine è quarto. Giornata no, invece, per Boscacci, tra i primi nella prima salita, ha avuto problemi di stomaco finendo stremato al traguardo in diciassettesima piazza.

GLI ALTRI AZZURRI – Due nei dieci: settimo William Boffelli, decimo Pietro Lanfranchi. A livello Espoir vince lo svizzero Equy, secondo Federico Nicolini, nonostante una botta nella discesa finale, quarto Valentino Bacca, sesto Henri Aymonod.

FEMMINILE – Da copione il successo di Laetitia Roux: di nuovo senza rivali la francese che supera la svizzera Jennifer Fiechter, con la connazionale Axelle Mollaret a completare il podio. Quarta Alba De Silvestro, leader indiscussa Espoir, settima Katia Tomatis, nona Elena Nicolini, decima Giulia Compagnoni, seconda Espoir, dodicesima Ilaria Veronese, quarta Espoir.

GIOVANILE – Grande Italia tra le Junior. Doppietta rosa con Mara Martini che va a vincere in rimonta su Giulia Murada, in difficoltà nell’ultimo cambio, mentre sul podio maschile sono saliti Davide Magnini, primo davanti al tedesco Knopf, con terzo Nicolò Canclini.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.