Corsa in montagna: Barge – Montebracco

Si e' svolta ieri la seconda prova del campionato cuneese

Le previsioni meteo non erano delle migliori nel pre gara, ma nella mattinata di ieri la seconda prova del Campionato provinciale di Cuneo di corsa in montagna si è potuta disputare regolarmente, senza nemmeno una goccia di pioggia sui 159 concorrenti, impegnati nella salita al Montebracco.

La Podistica della Valle Infernotto si snoda sulle orme dei frati Trappisti, gli antichi abitanti di questo splendido territorio, che risiedettero nel convento del Montebracco per appena 6 anni, fra il 1794 ed il 1802; attualmente il complesso è gestito da un comitato di privati cittadini che si stanno occupando del recupero e della valorizzazione di questo bell’esempio di architettura religiosa contaminata dalle usanze locali.

Una gara di salita ‘vera’, la Podistica della Valle Infernotto, che si snoda su una lunghezza di 7,5 km e circa 1000 metri di dislivello; un percorso, in cui l’asfalto è praticamente inesistente, lungo sentieri e piste forestali. La gara Junior si ferma alla Trappa, dove festeggiano Giovanni Olocco della Podistica Buschese in campo maschile e Maria Gullino dell’Atletica Saluzzo per le ragazze. Alla Trappa transita con passo deciso Bernard Dematteis (Esercito) inseguito da inseguito da Bianco Francesco (Atletica Palzola), Paolo Bert (Valle Infernotto) e Danilo Lantermino (Podistica Valle Varaita). Si sale ancora per duemilacinquecento metri di distanza ma si capisce che per il vertice non c’è storia: un podio che ricalca esattamente il passaggio intermedio.

Non da meno agguerrita la competizione in campo femminile con un testa a testa fino alla vetta tra Mina El Kannoussi (Atletica Saluzzo), vincitrice ed Eufemia Magro (Dragonero), seconda classificata a 14 secondi di distacco. Alessandra Bianco (Stilcar Cumiana) completa l’opera in terza posizione assoluta.

In allegato la classifica completa.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.