Corsa in montagna, azzurri pronti per gli Europei

Ad Arco sabato la rassegna continentale up and down

Sabato 2 luglio ad Arco, in Trentino appuntamento per i Campionati Europei di corsa in montagna.  Oltre 260 gli atleti iscritti, provenienti da 27 nazioni che si giocheranno le medaglie su un percorso ‘up and down’  tra la città vecchia, la zona del castello, l’olivaia, la zona ‘montana’ del Colodri: un circuito, che, per rendere ancor più spettacolare la gara, passerà più volte dalla zona ‘finish’.
Occhi puntati sugli azzurri. Il direttore tecnico delle squadre nazionali Massimo Magnani ha ufficializzato l’elenco dei convocati: Xavier Chevrier, Bernard e Martin Dematteis e Cesari Maestri (con Luca Cagnati riserva) nella squadra maschile, Valentina Belotti, Sara Bottarelli, Antonella Confortola e Alice Gaggi in quella femminile. Tra gli junior al via Davide Magnini, Samuele Nava, Daniel Pattis, Andrea Rostan, Lorenza Beccaria, Francesca Franchi, Giulia Murada e Giulia Zanne.
«Il percorso lo conosciamo – spiega il tecnico Paolo Germanetto, arrivato ad Arco dopo l’ultima settimana di ritiro in Val di Ledro – l’unica incognita può essere il caldo. Obiettivi? Non ci nascondiamo, le possibilità di medaglia ci sono, ma ci sono anche gli avversari. Nella gara maschile la squadra più temibile è quella della Gran Bretagna, soprattutto in chiave classifica per nazioni, mentre al femminile la britannica Collinge parte da favorita numero uno. Anche a livello Junior abbiamo le nostre carte, soprattutto in campo maschile (Davide Magnini, per esempio, ha vinto il Mondiale Under 18 proprio ad Arco, ndr), ma ci sarà la squadra della Turchia molto competitiva».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.