Colle del Breithorn

Un passaggio stellare?

Chi poteva certamente, con i compagni ravvivare sin da subito il ritmo ha dovuto dare forfaint: assente Kilian il tutto perde un po’ di suspense.
La scorsa edizione i francesi passarono in 1.38 tallonati da Guido e company che si avvantaggiarono al cambio pelli per aver tolto le pelli in quanto i loro sci erano preparati con sciolina da fondo…
Abbiamo sentito Manny, il saggio della compagnia… «Il nostro trenino sarà guidato da Trento, io in mezzo e Teo in coda. Sappiamo che il passaggio lassù sarà determinante e che non bisogna perdere di vista la corsa. Se qualcuno transita con un vantaggio sproporzionato allora vuol anche dire che ne ha decisamente di più… Tutti dicono poi partono sempre a manetta.»
Alain Seletto guiderà il trenino della sua squadra: «La scorsa edizione siamo passati con 2 minuti e mezzo di ritardo ma poi abbiamo ricuperato. Probabilmente guiderò fino al Breithorn poi dovrebbe passare Toni, sulla nord del Castore di nuovo io, poi vedremo. Meglio non farsi tirare il collo ma venire via in progressione. Credo comunque che quest’edizione polverizzerà i record della precedente.»

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.