Bonnet: «il paragone con Kilian e’ azzardato»

Le dichiarazioni dei protagonisti della sky di Limone

Remy Bonnet, già campione del mondo Vertical con il successo di ieri al Grest de la Mughera, non smette di far parlare di sé, bissando il successo ed entrando di diritto nella storia di questa gara, riuscendo a vincere entrambe le prove (vertical e sky) in due giorni: «Il paragone con Kilian mi sembra azzardato, lui è un campione assoluto e da quando vince non ha mai cambiato il suo modo di vivere e di comportarsi. La vittoria di oggi è stata molto faticosa ma meravigliosa!». Grande tentativo di rimonta per Manuel Merillas che ha chiuso terzo, confermando il titolo di vice campione del mondo: «All’inizio sono rimasto indietro dal gruppo di testa, dopo la prima discesa mi sono avvicinato ai primi e in cima Mughera ero a pochi minuti da Tadei e speravo di poterlo prendere, complimenti a lui, è stato grande!». Un’ulteriore conferma per Aritz Egea, rimasto in terza posizione fino alla fine dell’ultima discesa quando poi un guaio muscolare lo ha costretto a rallentare. Gran gara anche per Luca Cagnati, Team Dynafit: «Fino all’ultima salita sono riuscito a tenere il passo forte, rimanendo in quinta piazza. Oltre le due ore e mezza però sapevo che avrei sofferto e infatti qui al traguardo (ventesimo) sono stravolto!». Deluso e un po’ preoccupato il pluricampione del mondo di corsa in montagna Marco De Gasperi: «Così come ad Hong Kong, oggi avevo pessime sensazioni, non riesco a capire cosa mi succeda, dopo il Monte Bianco ho continuato a spingere ma forse sono andato un po’ fuori giri, meno male che la stagione è ormai finita». 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.