Aspettando la Transpelmo

A piu' di due mesi dalla gara, iniziata la ricognizione del percorso

Quando mancano più di due mesi è mezzo al via sesta edizione della Transpelmo, i responsabili del percorso hanno già effettuato i primi sopralluoghi per verificare lo stato del percorso dopo l’inverno e soprattutto dopo le ultime precipitazioni di questa primavera. «In quota – ha detto Eris Costa, presidente della Pro loco Zoldo Alto – c’è ancora molta neve quindi non abbiamo potuto visionare l’interno tracciato. Nella parte bassa, ai piedi del Monte Pelmo i sentieri sono perfetti, non hanno risentito della pioggia che è caduta abbondante in queste ultime settimane».

PARTENZA DA PALAFAVERA – Il percorso che correrà attorno al "Caregon del Padreterno" partirà da Palafavera alle ore 9.30 di domenica 1 settembre, la prima parte di salita è interamente nel bosco, per poi proseguire su pascoli e su distese di mughi verso il rifugio Venezia. Dopo il rifugio, effettuato il primo ristoro, gli atleti inizieranno a salire di quota, prima si toccherà una forcelletta con un tratto tecnico molto spettacolare, poi si affronterà un ripido ghiaione sino a raggiungere forcella di Val d’Arcia, la Cima Coppi della Transpelmo. In forcella si troverà il secondo ristoro con il rilevamento del tempo di passaggio. La discesa correrà lungo il ghiaione fino a immettersi nel sentiero che porta al passo Staulanza. Nei pressi del Passo s’incontrerà il terzo ristoro. Superata una breve salita, inizierà la fase finale della discesa, passando per il Pian dei Buoi si raggiungerà nuovamente Palafavera dov’è situato l’arrivo e il ristoro finale. In zona arrivo, gli atleti avranno anche la possibilità di fare una doccia rigenerante

SFIDA A PIERANTONI E SERAFINI – Il percorso ha uno sviluppo di quasi diciassette chilometri con un dislivello di 1296 metri. Lo scorso anno, sfidando la meteo avversa, Davide Pierantoni degli Alpini Vicenza ed Elia Costa dell’Atletica Zoldo hanno corso spalla a spalla, giocandosi la vittoria solamente negli ultimi metri. Nella gara femminile la skyrunner Silvia Serafini ha preso subito il largo staccando di qualche minuto Patrizia Zanette. La Serafini ha terminato la Transpelmo fermando il cronometro in 2.07.51, la Zanette è arrivata seconda con dieci minuti di ritardo, Angela De Poi è salita su terzo gradino del podio. Pierantoni ha vinto con il tempo di 1.42.52, mentre Elia Costa ha tagliato il traguardo con un solo secondo di ritardo. In terza posizione si è classificata Nicola Giovanelli.  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.