1100 iscritti al Vertical Doss

Il 16 gennaio sfida fra Cappelletti, Salvadori, Martini e Zulian

Giovedì 16 gennaio il Doss del Sabion si illuminerà in occasione della prima edizione del «Vertical Doss», competizione nazionale Fisi di sci alpinismo intitolato a Toni Masè, apprezzato presidente delle Funivie Pinzolo per tanti anni.   

IN 110
0 AL VIA! – La competizione si annuncia davvero di assoluto livello, sia per il lavoro organizzativo allestito dai dinamici soci dello Sci club Alpin Go Val Rendena, sia soprattutto per il numero di partecipanti in gara, visto che fra competizione Fisi, raduno per amatori e competizione per ciaspole, è stato raggiunto il tetto dei 1100 iscritti. Un vero e proprio record.  

In fatto di partecipanti, esclusi gli atleti della nazionale che sono in viaggio per la prima di Coppa del Mondo a Verbier, la starting list è estremamente interessante vista la presenza di Alex Salvadori, Daniele Cappelletti, Thomas Martini ed Ivo Zulian, mentre in campo femminile si annuncia una sfida fra Orietta Calliari e Federica Osler. Ma sono pure previste le categorie giovanili cadetti e juniores, fra le quali spiccano fra gli iscritti i due portacolori del team giovanile del Comitato Trentino Fisi Elisa Dei Cas e Gabriele Leonardi.  

TUTTO PRONTO E CONFERMATO –
E’ dunque tutto pronto sulla montagna di Pinzolo per ospitare questa prima edizione che ha già abbattuto tutti i primati in fatto di partecipanti, e che si presenta in un contesto paesaggistico decisamente invernale viste le nevicate dei giorni scorsi. E proprio per le copiose nevicate gli organizzatori hanno deciso, per garantire la sicurezza degli atleti anche in seguito all’inserimento di un tratto di percorso tecnico, di prevedere l’utilizzo di Artva e sonda, oltre ai ramponi e alla lampada frontale.  

FIACCOLE LUNGO TUTTO IL TRACCIATO –
Il Doss del Sabion è dunque pronto per diventare un vero e proprio stadio dello sci alpinismo e per l’occasione tutto il tracciato sarà illuminato con le fiaccole. Un percorso che è davvero particolare, con un’unica zona d’arrivo in cima alla montagna, ma con partenze diverse.   

LE PARTENZE E I PERCORSI –
Tutti i concorrenti raggiungeranno la partenza, che prevede percorsi di varia lunghezza in base alle categorie e l’inserimento di un tratto tecnico da affrontare con i ramponi, con l’impianto telecabina Tulot, in località Malga Cioca. Luogo da dove prenderà il via la sfida riservata ai cadetti e junior femminile (450 metri di dislivello), mentre per le categorie junior maschile, senior e master femminile lo start è fissato al rifugio Prà Rodont (dislivello 570 metri), quindi per i senior e master maschili in località Pian della Rigoza (dislivello 1000 metri).

Tre partenze in luoghi diversi all’identico orario delle ore 19 e l’arrivo per tutti al rifugio Doss del Sabion. I non agonisti avranno poi la possibilità di cimentarsi sul tracciato più breve con il raduno aperto a tutti, compresa la categoria riservata alle ciaspole.  

FUNIVIE PINZOLO A DISPOSIZIONE DEL PUBBLICO –
Grazie alla sensibilità delle Funivie Pinzolo anche chi non parteciperà alle competizioni potrà recarsi in quota per fare il tifo e per poter ammirare il plotone di sci alpinisti che si sfideranno lungo il tracciato illuminato. E’ infatti prevista la risalita con la telecabinovia Tulot e la discesa gratuita (senza sci) per il pubblico.

E’ poi previsto il pranzo in quota e la chiusura dell’evento, verso le 22.30, presso il Paladolomiti di Pinzolo, con premiazioni, musica, foto e video della gara a partire dalle 22.30.  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.