VII Cronosalita di Pescegallo: la cronaca della gara

Ecco le classifiche del Trofeo Crazy Idea

Grande spettacolo a Pescegallo. Ben 176 lampade frontali hanno colorato la stazione sciistica della Valgerola in occasione della 7° Cronosalita di Pescegallo – Trofeo Crazy Idea, sotto l’occhio vigile dello Sc Valtartano, comitato organizzatore di questo evento.

I GIOVANISSIMI – Ad aprire le danze sono stati i più giovani, gli under 15, che hanno percorso il tracciato più breve, con partenza da Pescegallo ed arrivo al Rif. Salmurano. Ad imporsi in questa categoria Patrik Bertolini, e tra le ragazze Sofia Cristini.

LA GARA SENIOR UOMINI – Nella gara assoluta, subito davanti il duo Michele Boscacci e Robert Antonioli.
Per loro gara di testa fino alla fine, con l’alpino della Valfurva che prendeva qualche metro all’amico di tante battaglie. Sembrava fatta, ma grazie ad una rimonta eccezionale Michele tagliava il traguardo per primo. Quasi al fotofinish l’atleta della Pol Albosaggia chiudeva la sua prova in 20’24”, distanziando di solo 1” Robert Antonioli; per il terzo gradino del podio bisognava aspettare quasi 2’ l’altro atleta del C.S. Esercito Daniel Antonioli, che distanziava di pochi secondi l’orobico Giovanni Zamboni e la giovane promessa dell’Alta Valtellina Luigi Pedranzini. Nella Top Ten di serata troviamo ancora nell’ordine: Matteo Bignotti (Sc Alta Valtellina), Graziano Boscacci (Pol Albosaggia), Marino Zanetti (Palù Poschiavo), e il duo dello Sc Valtartano, Mattia Curtoni e Giovanni Tacchini.

BATTAGLIA ANCHE TRA LE DONNE – Anche tra le donne bagarre serrata, con Francesca Martinelli davanti a fare il ritmo per gran parte della gara. Alle sue spalle Raffaella Rossi non mollava la presa, e nella parte finale del tracciato ricuciva il distacco e si avvantaggiava di pochi secondi che le permettevano di vincere con il tempo di 25’49”; con 3” di ritardo giungeva Francesca Martinelli, che precedeva la compagna di squadra Silvia Rocca (28’02”).

I GIOVANI – Nelle altre categorie troviamo al primo posto tra gli Under 18 il talento trentino Davide Magnini, mentre nella pari categoria aveva la meglio sulle compagne di squadra la forte Giulia Compagnoni dello Sc Alta Valtellina. Infine tra i master 45 ennesima performance del grosino Fabrizio Franzini.  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.