Tre giorni con Asiva

Ecco il racconto di come si lavora in ritiro con il comitato

Due giorni di raduno tra le valli di Gressoney con i quattro titolari della squadra ( Nadir Maguet, Stefano Stradelli, Giorgia Dalla Zanna e Alessandra Cazzanelli) e giornata conclusiva domenica a Cervinia per valutare nuovi ragazzi che si stanno avvicinando allo scialpinismo, il tutto sotto la supervisione di Franco Collè e Alessandro Platter.
Venerdì 2 dicembre: ritirati i ragazzi a scuola si sono diretti nella valle di Gressoney e con un fuoristrada hanno raggiunto la neve al Gabiet a quota 2200. Calzati gli sci verso le 15 hanno ripercorso al contrario il percorso del Mezzalma verso l’Indren arrivando sino alla base del ghiacciaio a quota 3200. La lunga discesa verso valle con neve molto varia, dalla polvere nei versanti a nord alla neve crostosa dei versanti più esposti al sole, ha permesso di lavorare bene sulla tecnica di discesa. Dopo aver cenato, sono state dedicate 2 ore al commento e la correzione della tecnica grazie al video girato in discesa dall’Indren .
Sabato 3 dicembre: Partendo sempre dal Gabiet, dopo mezz’ora di riscaldamento nella pista dei Salati, la squadra ha lavorato in fuoripista sulla tecnica di salita su percorsi tecnici ricchi di inversioni e cambi. Mattinata molto intensa condotta verso il Passo Zube ed il Corno Rosso, con discesa nel vallone dell’Otro. Risalita quindi al Colle Straling, discesa al lago Gabiet, risalita al Passo Zube discesa alla pista dei Salati ed ultima risalita all’Horeste’s Hutte a 2600 m. Dopo pranzo breve sfida "allenatori-atleti" e rientro a valle.
Domenica 4 dicembre: si cambia versante e ci si presenta a Cervinia con allenamento allargato agli atleti di vari sci club valdostani. L’obiettivo è di valutare e selezionare nuovi ragazzi da aggregare in futuro alla squadra. Si sono presentati ben 10 ragazzi ed una ragazza di età tra i 14 ed i 17 anni. Breve salita lungo il Ventina e poi via verso il Bec Pio-Merlo su percorso tecnico con salita, cambio assetto, inversioni e discesa. Oltre ai tecnici si sono aggregati al gruppo Gloriana Pellissier e Marco Camandona. Non solo sci, visto che durante la mattinata si è parlato anche di sicurezza con prova artva e controllo materiali ad opera del direttore agonistico Enrico Tesa.
Una tre giorni molto positiva che conferma le ottime potenzialità della squadra Asiva e di buon auspicio per il futuro del Comitato visto i tanti ragazzi che si sono presentati alle selezioni.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.