Transcavallo: primo giorno nella bufera di neve

Eydallin-Lenzi e Martinelli-Pedranzini al comando

Sotto una fitta nevicata con raffiche di vento che superavano i 100 km/h si è disputata la prima tappa della Transcavallo.
I quattro moschettieri del Centro Sportivo Esercito, Eydallin-Lenzi, Reichegger-Antonioli arrivano schierati sulla linea del traguardo.
Martinelli e Pedranzini vincono tra le donne.
Domani il via del Campionato Italiano Top Class valido come prova di Coppa Italia-Trofeo Scarpa.

TEMPO DA LUPI –
L’inverno si è affacciato ancora una volta questa mattina sui monti dell’Alpago. Già dalle prime luci una fitta nevicata ha accompagnato l’alba. Pochi centimetri a Col Indes, sede storica di partenza e arrivo della Transcavallo, alcune decine di centimetri in quota tra Cima Vacche e il Guslon.  La partenza della gara è stata posticipata di un’ora per permettere ai tracciatori di ridisegnare il percorso: salire in quota era troppo pericoloso. Inoltre il vento e la scarsissima visibilità hanno fatto da contorno a una gara che rimarrà nella storia della Transcavallo.

LA GARA –
Gli atleti, circa 80 squadre, hanno percorso i primi metri a piedi e poi, calzati gli sci, hanno iniziato a salire verso Cima Vacche, cuore nevralgico della tappa. Mentre i ragazzi del Centro Sportivo Esercito, Eydallin-Lenzi, Reichegger-Antonioli salivano all’unisono staccando il resto del plotone, i volontari della Trascavallo stavano segnando il nuovo tracciato. Appena dopo le due squadre al comando, c’erano Boscacci-Galizzi e Beccari-Kuhar. Tra le donne le due bormine Martinelli-Pedranzini partite subito in prima posizione non si sono potute distrarre perchè la coppia formata da Martina Valmassoi e da Laura Besseghini le controllavano a vista.

FOTOFINISH –
I quattro moschettieri dell’Esercito, avendo corso tutta la gara insieme si sono presentati schierati sulla linea di traguardo, solo dopo i giudici hanno decretato al fotofinish vincitori di tappa: Matteo Eydallin e Damiano Lenzi. Il tempo dei vincitori è di 1h10’53”; a soli due centesimi di secondo sono saliti sul secondo gradino del podio Manfred Reichegger e Robert Antonioli. In terza posizione con un distaccodi poco superiore ai tre minuti tagliano il traguardo Michele Boscacci e Davide Galizzi, la coppia italo-slovena Beccari-Kuhar è quarta, quinti Thomas Martini e Roberto De Simone.

Nella gara femminile Martinelli e Pedranzini confermano la prima posizione davanti a Besseghini-Valmassoi con il tempo di 1:33’01’’. In terza posizione tagliano il traguardo di Col Indes Nadia Scola e Birgit Stuffer.  

Domani mattina saranno assegnati i titoli italiani Top Class. Gli organizzatori hanno fatto sapere che il percorso non salirà in quota per ovvi motivi di sicurezza, ma si svilupperà nella zona dove è stata disputata la prima tappa.

 
Foto-gallery a cura dell’ufficio stampa della manifestazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.