Transcavallo-day1: Lenzi-Boscacci e Rossi-Besseghini

Domani si correra' sul percorso di riserva

La prima tappa della trentesima edizione della Transcavallo si tinge d’azzurro con la vittoria di Damiano Lenzi e Michele Boscacci, alle loro spalle Ivo Zulian e Tadei Pivk. In terza posizione sono giunti a Col Indes (Tambre) Filippo Beccari e Alessandro Follador. In campo femminile la vittoria è andata alla squadra formata da Raffaella Rossi e da Laura Besseghini.

Questa mattina la meteo ha lasciato che i concorrenti potessero godere dei panorami della conca dell’Alpago, inizialmente in zona partenza qualche fiocco di neve aveva dato il benvenuto alla carovana bianca, ma subito dopo la partenza le nuvole in quota hanno iniziato a diradarsi sino al completo dissolvimento. Il dislivello giornaliero da affrontare in tre salite con due tratti a piedi era di 1720 metri diluiti in quasi sedici chilometri di lunghezza.

I due azzurri hanno preso subito la testa della gara inseguiti da Tadei Pivk, in grande giornata di forma e dal compagno Ivo Zulian, dopo più dietro la guida alpina Filippo Beccari e Alessandro Follador. Nelle posizioni di rincalzo Davide Pierantoni-Lois Craffonara e Daniele Pedrini-Fabio Bazzana.

Tra le donne nella prima salita sono state Nadia Scola e Birgit Stuffer a prendere la prima posizione. Poco dopo le valtellinesi Rossi-Besseghini hanno aumentato il ritmo guadagnando la prima posizione. In terza posizione salivano Martina Valmassoi in coppia con l’azzurra Elisa Compagnoni.

I tratti a piedi della salita al Cornor e al Guslon esaltano le caratteristiche alpinistiche degli atleti che volano lungo le creste che nel 2009 avevano assegnato le medaglie continentali.

Boscacci e Lenzi tagliano il traguardo in 1.48.47 mentre Zulian e Pivk accusano un ritardo di tre minuti a poco più di un minuto arrivano in terza posizione Alessandro Follador e Filippo Beccari.

In campo femminile nessun problema per la Besseghini e la Rossi ad amministrare il vantaggio sulle dirette inseguitrici Scola-Stuffer e Valmassoi-Compagnoni. Le battistrada alzano le mani al cielo fermando il cronometro in 2.20.24. La seconda e terza posizione non cambiano rispetto all’andamento della gara. In quarta posizione a poco più di un minuto si classificano Cecilia De Filippo e Martina De Silvestro.

Domani dalle 9.00 si correrà l’ultimo atto di questa trentesima edizione lungo il percorso di riserva, un circuito di 900 metri di dislivello positivo con tre salite da ripetere due volte e un breve tratto a piedi. Le zone interessate, per garantire la massima sicurezza saranno la parte bassa di Cima Vacche e del Guslon.

A partire saranno prima i giovani della Coppa Italia trofeo Scapa e a seguire i senior  della gara a tappe che decreterà anche i campioni regionali per la FISI Veneto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.