Ski Krono Varmost

Tadei Pivk più forte del gelo

Questa 10^ edizione si è disputata in una serata dal clima spiccatamente invernale ma ottimale per una cronoscalata. La neve fredda e secca ha consentito la tenuta ottimale delle pelli di foca sui ripidi pendii della pista Varmost, la temperatura dell’aria (-10° alla partenza senza vento) non ha spaventato i trecento partecipanti a questa tappa del circuito Nazionale Vertical FISI. La gara prevedeva anche la numerosa categoria OPEN (non tesserati). Sono così state stilate due classifiche, una dedicata ai tesserati che gareggiavano con materiali regolamentari da sci alpinismo  ed una agli “open” che hanno partecipato con minore equipaggiamento.
I risultati hanno dimostrato un elevato livello atletico di tutti i partecipanti, la Società Sportiva Fornese,  organizzatrice dell’evento esulta per la conquista del podio, (prima volta dopo 10 anni di Krono Varmost) da parte di Marco Del Missier, classificatosi terzo dietro Matteo Piller Hoffer (US Aldo Moro) e  a lui: il grande e insuperabile Tadei Pivk (US Aldo Moro) vincitore per la sesta volta consecutiva e con tanto di nuovo record di gara 31’ e 32’’. Il campione è stato premiato dal Presidente di Promotur, Mazzolini, presente alla cerimonia.  Al quarto posto il master Gino Caneva (Us Aldo Moro) ed al quinto il bellunese Olivo da Pra (Vigili del Fuoco). Penalizzato per mancanza materiale obbligatorio Ivan Sommacal (Val Dobbiadene) che dal quarto è slittato al 12° posto.
Tra le donne FISI è ancora l’US Aldo Moro a vincere con Alessia Kratter che bissa il successo ottenuto alla vertical dello Zoncolan, seconda Dolli Fabiani della Velox Paularo, terza Lucia boschetti dell’Aldo Moro, quarta la Fornese Marzia Bolis e quinta Monica Bez del Dolomiti ski Alp.
Nella Classifica OPEN maschile, successo per Alex Pivirotto dei Ragni di Pieve, secondo l’austriaco Siegfried Hochenwarter (vincitore anche della Classifica Over50) e terzo il suo connazionale Perti Gebhard. Le OPEN femminili hanno visto al primo posto Linda Menardi, seguita da Serena Menardi, entrambe del CAI di Cortina e terzo posto per Stefania De Martin di S. Stefano di Cadore.
Quest’anno per la prima volta in questa gara hanno partecipato i giovanissimi della categoria Cadetti che sono stati premiati: al primo posto Lorenzo Antoniutti, al secondo Matteo la Fata ed al terzo Luca Cappellari, tutti della SS Fornese.
Il trofeo Claudia Corisello, dedicato alla Volontaria del CNSAS fornese è stato aggiudicato al tempo medio dei Volontari del Soccorso Alpino ed è stato vinto da Francesco Michelis della Montanaia Racing.
La manifestazione si è conclusa con una stupenda discesa notturna lungo la pista Varmost, perfettamente innevata e preparata dai battipista di Promotur.    

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.