Nadir Maguet da record a Punta Helbronner

Corinne Favre prima nella gara femminile

È Nadir Maguet, dopo una gara tutta all’attacco, a griffare la seconda edizione della X-Bionic Courmayeur Mont Blanc Skyrace. Il ‘Mago’ è riuscito a contenere lo sprint iniziale del lecchese Daniel Antonioli e appena è iniziata la salita ha tirato il gruppetto di testa insieme ad Antonioli e Manfred Reichegger. Nello sprint decisivo dopo il Pavillon, Nadir è riuscito a prendere un minuto di vantaggio e a quota 3.375 del Rifugio Torino ha messo il turbo sulle roccette miste a neve fino alla vittoria con tempo record a Punta Helbronner. Bagarre per l’argento con Daniel Antonioli a mettere in riga il vincitore del 2015 Manfred Reichegger. Quarta piazza per un ottimo Robert Antonioli dopo aver tentato di seguire le tre lepri si è dovuto arrendere e si è presentato da solo sul traguardo. Al femminile successo di giornata per la francese Corinne Favre davanti a Barbara Cravello e Cristina Dosio.

K1000 – Michele Boscacci è il primo vincitore assoluto della sfida notturna, davanti a Davide Magnini e Henry Aimonod. “Davvero meraviglioso salire dopo il tramonto, con le fiaccole che illuminavano il percorso – racconta Michele -. Eravamo cinque o sei in testa, poi due, e infine mi sono trovato davanti: ho dato il massimo nell’ultimo tratto, il più tecnico e ripido». Dopo aver conquistato la vittoria l’anno scorso, Gloriana Pellissier ha voluto scoprire la notturna K1000. «Ero in gran forma, ho lottato tutto il tempo testa a testa con l’atleta inglese Natalie White, finché non l’ho superata nel tratto finale, il più scosceso», spiega Gloriana a termine gara. Terza, dopo Pellissier e White, l’atleta Silvia Cuminetti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.