Monte Agnone: pochi ma buoni in terra bergamasca

La vittoria e' andata a Pietro Lanfranchi

Su e giù per il Monte Agnone: bassa quantità, ottima qualità. Una splendida giornata, con un bel cielo azzurro e temperature non troppo rigide, ha accolto questa mattina in località Bortolotti a Valgoglio (Bg) i trenta concorrenti iscritti a questa seconda edizione della ‘Su e giù per il monte Agnone’ organizzata dallo Sci Club Gromo. La neve nuova non mancava certo, e pure di ottima qualità. Il numero dei partecipanti non è stato quello sperato dal C.O. ma in compenso sono giunti ospiti di alto livello: come Pietro Lanfranchi, della nazionale italiana di scialpinismo, Marzio Deho, grandissimo biker, Thomas Martini, forte scialpinista trentino, Daniel Antonioli, della nazionale di winter triathlon. Tutti grandi atleti come anche gli appassionati di scialpinismo bergamaschi presenti questa mattina con il pettorale sulla coscia destra.

LA CLASSIFICA – Come da pronostico è stato Pietro Lanfranchi a tirare il gruppo per tutta la gara. Il forte atleta casnighese, intento a testare la condizione per le imminenti gare, si è messo davanti a tutti percorrendo le tre salite e le due discese in 41’30”. Dietro di lui l’atleta trentino Thomas Martini (43’30”) mentre chiude il podio l’atleta locale Michel Cinesi (44’00”). Nella categoria Master grande battaglia con tutti i Senior. Il podio di questa categoria è composto da Corrado Cattaneo (49’15”), Silvano Bergamini (52’07”) e Lorenzo Meciani (58’17”). Nella categoria Giovani vita facile per Norman Gusmini: solo lui infatti presente in questa categoria ma piazzato all’ottavo posto in classifica generale, appena dietro i più forti Senior. Last but not least le due ragazze in gara: prima Federica Osler in 57’22", seguita in 1h 02′ 13"da Maddalena Mognetti, reduce dalla vittoria di categoria ieri sera alla Sgranskisciti. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.