La Pierra Menta a Kilian e Troillet

Spettacolare quarta tappa

Grande attacco della coppia Holzknecht e Lenzi che nell’ultima discesa riescono a superare i battistrada e vincere almeno la tappa. Questa impresa non ha permesso loro di guadagnare posti in classifica generale. Un percorso breve quello dell’ultimo giorno ma non per questo meno impegnativo: dapprima la stradina gelata poi il valloncello tutto da salire di forza in mezzo alle dune di neve dura, successivamente l’ambiente aperto nello spettacolare pendio che porta al Col de Dard con i suoi mammelloni innevati. Neve facile ma allo stesso tempo insidiosa che non ha condizionato la prestazione in discesa degli inseguitori di Kilian e Florent. Particolarmente spettacolare il passaggio di Damiano Lenzi che quando si è accorto dell’errore dei due battistrada al fondo della penultima discesa si è buttato diritto cercando di infilarli prima del cambio.
Molto attenta e tecnicamente di alto livello la prestazione di Perrier e Bon Mardion che hanno difeso strenuamente il secondo posto in classifica finale.
Sempre  molto impegnativa l’ultima discesa nel bosco che man mano che i concorrenti sono transitati è diventata via via più insidiosa obbligando i concorrenti a dei numeri spettacolari per superare le gobbe che si sono formate per via dei numerosi passaggi.
Ancora una grande prova della nostra super coppia femminile, Martinelli e Pedranzini che sono riuscite ad imporre un ritmo impossibile alla gara fin dalla prima salita, soprattutto nel tratto del vallone in cui bisognava andar via di forza usando molto le braccia.
Grande prova anche nei giovani per i nostri colori con la vittoria di Antonioli – Boscacci davanti a Cazzanelli – Righi. Nei cadetti secondo posto finale per Ferrari – Nicolini davanti a Stradelli – Feifer.
Classifica di tappa
1. Lorenzo Holzknecht – Damiano Lenzi (IT, 1’28’53) 
2. Kilian Jornet – Florent Troillet (ES-CH, 1’29’07) 
3. William Bon Mardion – Florent Perrier (FR, 1’29’12) 
4. Manfred Reichegger – Dennis Brunod (IT, 1’29’14) 
5. Yannick Ecoeur – Martin Anthamatten (CH, 1’32’18) 
6. Alexandre Pellicier – Didier Blanc (FR, 1’33’12)
 7. Daniele Pedrini – Pietro Lanfranchi (IT, 1’34’40)
 8. Philippe Blanc – Nicolas Bonnet (FR, 1’35’47)
 9. Marc Pinsach – Javier Martín (ES, 1’36’46) 
10. Raphel Bordet – Adrien Piccot (FR, 1’39’44)
 11. Marco Bulanti – Paolo Moriondo (IT, 1’39’44)
 Donne
 1. Francesca Martinelli – Roberta Pedranzini (IT)
 2. Laetitia Roux – Mireia Miró (FR-ES)
3. Corinne Clos – Silvia Rocca (IT)
Classifica generale
Uomini 
1. Kilian Jornet – Florent Troillet (ES-CH, 1’02’21)
 2. William Bon Mardion – Florent Perrier (FR, 10’09’00)
 3. Manfred Reichegger – Dennis Brunod (IT, 10’10’24)
 4. Lorenzo Holzknecht – Damiano Lenzi (IT, 10’10’46)
 5. Yannick Ecoeur – Martin Anthamatten (CH, 10’16’17)
 6. Daniele Pedrini – Pietro Lanfranchi (IT, 10’31’17)
 7. Alexandre Pellicier – Didier Blanc (FR, 10’34’40)
 8. Marc Pinsach – Javier Martín (ES, 10’50’24)
 9. Peter Svatojansky – Andrej Bargiel (SK-PL, 10’57’10)
 10. Raphel Bordet – Adrien Piccot (911’19’52)
 Donne 
 1. Francesca Martinelli – Roberta Pedranzini (IT) 
2. Laetitia Roux – Mireia Miró (FR-ES)
3. Corinne Clos – Silvia Rocca (IT)
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.