Kima, l’attesa e’ finita

Domenica il via alle 6.30 a Filorera

Nella giornata inaugurale degli eventi legati al Kima è Marino Giacometti, presidente della Federazione Skyrunning a fare gli onori di casa per la gara regina dello skyrunning mondiale.
52km per un dislivello positivo di 4.200 metri con 278 atleti previsti al via domattina alle 6.30 a Filorera. Ottime sono le condizioni del percorso così come le previsioni meteo: pochi tratti di neve dura solamente in Bocchetta Roma, dove ci sarà l’ausilio di corde fisse. Gli atleti passeranno poi per il Bivacco Kima dov’è posto un ristoro, alla base del Monte Disgrazia, in Val Cameraccio e da lì al punto più alto del tracciato, al Passo del Cameraccio, a quota 2.950 metri, sotto il Pizzo Torrone. Entrati poi in Val Torrone si aggira la placca del Torrone con un leggero tratto in discesa per risalire poi all’omonimo passo ed entrare in Val d’Averta prima della Val Qualido superando tre passi e arrivando al Passo Camerozzo (2.765 m), con la parte più tecnica e ripida del percorso dove l’utilizzo delle catene è quasi obbligato. La discesa porta al Rifugio Gianetti prima dell’ultimo passo Barbacan da dove inizia la discesa finale ai Bagni di Masino passando per la Omio.

PROTAGONISTI – Super favorita della corsa rosa è la Emelie Forsberg («Ma non sono in grande forma – spiega la svedese, al rientro dopo il lungo infortunio, subito in occasione degli Europei di ski-alp – perché non ho potuto correre lunghe distanze dopo l’intervento al ginocchio, mi sento però molto bene e domenica spero di fare bene, questa è una gara che merita di spremersi oltre i propri limiti»), mentre, al maschile occhi puntati sullo spagnolo Manuel Merillas, l’unico in grado di mettere alle corde Kilian Jornet nella precedente edizione, ma attenzione anche all’inglese Tom Owen, il ‘nostro’ Marco De Gasperi e al francese Leo Viret.
Infine, come da tradizione, il Kima sarà gara pulita al 100% grazie ai controlli ematici previsti sui primi 15 concorrenti al maschile e 5 al femminile. Tutta la Val Masino è in fermento, molti dei volti dei concorrenti sono tesi, l’attesa del Kima durata due anni sta per finire.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.