Fabio Meraldi: 'Sara' un Mezzalama ancora piu' tecnico'

Sabato 2 maggio la gara da Gressoney a Cervinia

«Il percorso storico è bellissimo, ma mi piacciono i cambiamenti: il nuovo Mezzalama è ancora più tecnico e impegnativo. Diventa la gara delle gare in alta montagna: credo che sia stato questo lo spirito di Adriano Favre e del suo staff». Queste le impressioni di Fabio Meraldi, uno che di Mezzalama se ne intende. «Per tracciare un percorso così – prosegue Meraldi – è servito un enorme lavoro organizzativo. In passato le difficoltà erano solo il Castore e il Naso, adesso ce ne sono davvero molte di più. Ho visto le foto degli ‘scalini’: nessuno ‘scandalo’, sono come le corde fisse, una sicurezza per gli atleti. Non dimentichiamoci che saranno ben 900: saranno tutti tecnicamente preparati, ma è fondamentale che non corrano rischi. L’unico dubbio resta quello delle condizioni meteo: speriamo nel bel tempo, perché altrimenti non sarà facile il ritorno di tutte quelle persone in alta quota». E lo spostamento della data? «Non influirà granché sulle prestazioni – conclude Meraldi – forse qualcuno ha finalizzato la preparazione per quel giorno, ma sicuramente lo slittamento di qualche giorno non andrà ad incidere sulla prestazione, soprattutto degli atleti top». 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.